Progettare case “green”

Dall’8 al 10 febbraio, la Facoltà di Scienze e Tecnologie sta ospitando il convegno internazionale organizzato dalla sezione nazionale di IBPSA, l’associazione mondiale che si occupa di Building Performance Simulation, ovvero di quegli strumenti che permettono ai progettisti e ricercatori di calcolare le prestazioni degli edifici e renderli più sostenibili in termini energetici, economici ed ambientali e più gradevoli per gli occupanti. Uno specifico programma è predisposto per i professionisti, con il riconoscimento di crediti formativi professionali per i partecipanti.

Building Simulation Applications BSA 2017 è il convegno biennale della Libera Università di Bolzano e di IBPSA Italy, sezione regionale della International Building Performance Simulation Association, che riunisce in tutto il mondo circa 4000 ricercatori e progettisti specializzati nella simulazione delle prestazioni energetiche degli edifici o nello sviluppo di strumenti di simulazione. Alla sua terza edizione, l’evento scientifico punta a proporsi anche come appuntamento di riferimento per progettisti green – ingegneri, architetti, geometri – e costruttori attenti al risparmio energetico e al benessere degli occupanti e che vogliono mettersi al passo con i nuovi strumenti e le nuove tecniche di calcolo e desiderano aumentare la propria competitività grazie alle più recenti innovazioni del settore.

Andrea Gasparella, professore della Facoltà di Scienze e Tecnologie e responsabile del laboratorio di termofisica degli edifici, coordina il comitato organizzatore. Il convegno è iniziato l’8 febbraio e ha proposto, oltre alle relazioni scientifiche di esperti e ricercatori italiani e internazionali in lingua inglese, anche sessioni pratiche in italiano. Il 10 febbraio si è infatti tenuto il primo Workshop IBPSA ‐ Italy per progettisti e professionisti, focalizzato sulle potenzialità della simulazione degli edifici (BES) nel contesto della rivoluzione BIM (Building Information Modelling). Dopo una prima parte in cui si sono alternernate la presentazione di specifici tool di simulazione dinamica degli edifici e gli esempi di applicazione pratica da parte di professionisti, il workshop si è concluso con una tavola rotonda sul tema, di particolare attualità ed interesse, al punto da ottenere il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Ingegneri.

“L’ottica che vogliamo privilegiare in questi tre giorni è quella che promuove l’integrazione crescente tra la BIM, Building Information Modelling, e la BES,Building Energy Simulation”, spiega Gasparella, “Con la sinergia tra BIM e BES i progettisti hanno a disposizione una potente piattaforma che, contenendo tutti i dati dell’edificio, può consentire un calcolo più accurato e veloce delle prestazioni energetiche dell’edificio”. La diffusione della simulazione degli edifici nella pratica è infatti uno degli obiettivi di IBPSA. Non a caso nel corso di BSA verranno premiati con il BSA – IBPSA Italy Project Award i migliori progetti realizzati con il supporto della simulazione.

Per la partecipazione al workshop, l’Ordine degli Ingegneri riconoscerà ai propri iscritti 3 crediti di formazione professionale. BSA 2017 è patrocinato, tra gli altri, da Agenzia CasaClima, Provincia di Bolzano e associazione di categoria degli artigiani LVH-Apa.