Refrigerazione con CO2

Refrion debutta ad Euroshop con Gas Cooler, la sua unità per la refrigerazione che sfrutta la CO2 e combatte il riscaldamento globale. Refrion ha così chiuso con successo la sua prima partecipazione alla fiera Euroshop di Dusseldorf. Durante il più grande appuntamento fieristico dedicato alla GDO, l’azienda italiana ha presentato una nuova gamma prodotto dedicata al settore della refrigerazione. Gas Cooler è l’unità che sostituisce il condensatore tradizionale delle installazioni con HFC negli impianti che sfruttano la CO2, un refrigerante sostenibile, dal basso impatto ambientale e con proprietà di non infiammabilità e non tossicità. Una soluzione adatta a tutti gli impianti di refrigerazione dalle grandi dimensioni, anche in presenza di temperature ambientali elevate.

Con un’esperienza consolidata nel settore della refrigerazione, del raffreddamento e della climatizzazione e sempre al lavoro per introdurre nuove tecnologie all’avanguardia, Refrion si è presentata alla fiera Euroshop di Dusseldorf con una nuova gamma prodotto che, con un approccio sostenibile, risponde alle esigenze degli operatori del settore della grande distribuzione. In particolare, l’azienda italiana ha introdotto la nuova gamma Gas Cooler, un condensatore remoto specifico realizzato per gli impianti di refrigerazione che utilizzano la CO2 come unico refrigerante operante. La CO2 ha un GWP (Global Warming Potential) molto basso e, inoltre, non presenta problemi di tossicità, infiammabilità o impatto sullo strato di ozono.

Rispetto ai tradizionali condensatori remoti degli impianti che utilizzano HFC (idrofluorocarburi), nel Gas Cooler l’anidride carbonica, ad alta temperatura e pressione, fluisce nei tubi e viene raffreddata dall’aria ambiente attraverso il pacco alettato senza cambiare di stato, ovvero non liquefacendosi. Per poter operare in questo modo, le pressioni e le temperature massime di esercizio sono sensibilmente più elevate raggiungendo i 130bar-g e 150°C. Refrion è riuscita a sviluppare una specifica configurazione dello scambiatore a pacco alettato che abbina materiali capaci di sopportare le elevate sollecitazioni richieste e soluzioni costruttive particolari per compensare gli effetti delle dilatazioni termiche. Equipaggiati con ventilatori standard AC o a commutazione elettronica EC (con alimentazione monofase o trifase), i Gas Cooler Refrion garantiscono capacità di scambio termico ben oltre i 300kW.

Refrion offre, inoltre, la possibilità di implementare il Sistema Adiabatico Industriale (Pads), che permette di abbassare ulteriormente la temperatura di uscita del gas (migliorando quindi l’efficienza globale dell’impianto) e di estendere l’utilizzo degli impianti a CO2 anche in quelle aree geografiche dove la temperatura estiva sale notevolmente. È inoltre possibile minimizzare il consumo d’acqua grazie allo “skid” di ricircolo dell’acqua, necessaria per il funzionamento del Sistema Adiabatico Industriale. In linea con la propria mission, Refrion offre anche per la gamma di Gas Cooler un gran numero di accessori e possibilità di personalizzazione per poter soddisfare ogni esigenza dei propri clienti.

Scegliendo la gamma Gas Cooler firmata Refrion i clienti nono solo possono contare su un’apparecchiatura dalle elevate qualità tecniche e dalle ottime prestazioni, ma contribuiscono alla lotta contro il riscaldamento globale.

www.refrion.com