Sistema elettrogeno ibrido con celle a combustibile e microturbine a gas

Toyota Motor Corporation ha iniziato il collaudo di un generatore elettrico pressurizzato (“Hybrid Power Generation System”) presso l’impianto Motomachi di Toyota City. Questo generatore coniuga l’utilizzo di celle a combustibile ad ossido solido (SOFC) (in seguito “celle a combustibile”) con quello di microturbine a gas. Il collaudo vedrà l’utilizzo del sistema come un generatore elettrico interno con al fine di valutarne e verificarne l’efficienza, le prestazioni e la durata.

L’Hybrid Power Generation System utilizza idrogeno e monossido di carbonio recuperati dal trattamento dei gas naturali, impiegando le celle a combustibile e le microturbine a gas all’interno di un meccanismo di produzione elettrica in due fasi, con una potenza totale stimata pari a 250 kW. Il dispositivo dispone inoltre di un sistema di co-generazione (di calore e potenza) che sfrutta il calore dissipato durante la produzione di energia elettrica.

Il dispositivo assicura un’elevata efficienza di produzione (55%3) grazie al suo sistema a doppia fase, riuscendo inoltre a incrementare l’efficienza totale (65%) sfruttando il sistema di co-generazione. Per questo motivo viene considerato da Toyota come una tecnologia valida e di primaria importanza per la realizzazione di una società a basse emissioni carboniche. L’elettricità e il calore prodotti vengono poi utilizzati all’interno dell’impianto Motomachi.

Questo nuovo sistema di produzione energetica sta per essere implementato nella “Technological Demonstration for targeting Mass-production of Pressurized Hybrid Power Generation System Consisting of Cylindrical Solid Oxide Fuel Cell (SOFC) and a Micro Gas Turbine (MGT)”4 da parte dell’organizzazione New Energy and Industrial Technology Development Organization (NEDO). Il sistema è stato sviluppato da Toyota insieme alla Toyota Turbine and Systems Inc. (una società controllata da Toyota) e dalla Mitsubishi Hitachi Power Systems Ltd.

Toyota continua quindi a promuovere lo sviluppo e l’introduzione nei suo impianti di nuove tecnologie basate sull’idrogeno, controllandone i risultati per verificare la fruibilità dei sistemi ibridi, un impegno che rappresenta un’ulteriore conferma delle iniziative che puntano a raggiungere il traguardo delle zero emissioni nei suoi impianti, uno degli aspetti principali del Toyota Environmental Challenge 2050 annunciata nel 2015.

newsroom.toyota.it