Security Camera Honeywell Lyric C1 Wi-Fi, provata per voi

Sensori di movimento e suono, streaming e allarmi in tempo reale fanno di Lyric C1 Wi-Fi Security Cam un valido sistema di sicurezza per la propria abitazione, specialmente se abbinata ad altri dispositivi di controllo

La smart camera Lyric C1 di Honeywell, azienda protagonista nell’ambito dell’IoT, offre un sistema di sicurezza semplice ma efficace.
Tramite il Wi-Fi di casa (o ufficio, lavoro…) si connette con il proprio smartphone, o tablet, dal quale è possibile vedere in tempo reale lo streaming video 24 ore su 24, spegnere/accendere la camera, catturare screenshot e addirittura parlare tramite gli altoparlanti della camera stessa per comunicare ai propri familiari o per spaventare un eventuale intruso.

 

Lyric C1 è abbastanza piccola e leggera (7 x 7 x 6.2 pollici, 0.5 kg) e discreta.
La possibilità di articolazione consente di inclinarla leggermente in avanti o indietro quando poggia sul suo supporto magnetico, ma la sua lente di 135 gradi di ampiezza le permette di avere un
ampio raggio di visione della stanza.

Lyric C1 può essere posizionata semplicemente su un qualunque mobile, poggiandola sul suo apposito supporto magnetico, oppure può essere installata a muro tramite vite di fissaggio già inclusa nella confezione.
Nella confezione sono anche presenti una presa di corrente italiana e una
anglosassone da collegare all’alimentatore della camera, oltre che una schedina
microSD criptata sulla quale vengono salvati i video degli allarmi.

Installazione
1. Scaricare l’app HoneyWell Lyric (disponibile sia per Android che iOS).
2. Creare il proprio account Lyric.
3. Attaccare la camera alla presa di corrente e aspettare il segnale luminoso blu
lampeggiante.
4. Dall’app, selezionare “Aggiungere nuovo dispositivo”, accoppiare la camera
allo smartphone tramite bluetooth (capita di dover riprovare più volte), passare
il QR code che appare sul telefono e selezionare la linea Wi-Fi da abbinare al
dispositivo.

Funzionamento
Per iniziare ad usufruire di questo prodotto, attivare la telecamera dall’App, da li
a poco sarà possibile iniziare a visualizzare il live streaming del video.
La camera è dotata di sensori di suono e movimento. Quando uno di questi viene
rilevato, comincia la registrazione di un breve filmato di 30 secondi e viene
inviato al contempo un allarme allo smartphone sotto forma di notifica push e di
mail. La clip registrata viene successivamente salvata nella schedina microSD
della camera e in uno spazio Cloud. Questo spazio Cloud mette a disposizione le
clip video per 24 ore (estendibili) dal momento della registrazione, da qui
l’utente può scaricarle sul proprio smartphone.
Lyric C1 può operare sia in modalità diurna che notturna e dispone, inoltre, di una funzione di geofencing che permette, una volta delineati i confini del proprio recinto virtuale, di accendere/spegnere la videocamera in base alla posizione
dell’utente.
Dalle impostazioni dell’App è possibile regolare diversi parametri come la sensibilità di ricezione di suono e movimenti, la qualità video o il passaggio automatico della camera da modalità diurna a notturna. È possibile inoltre delineare fino a due aree di sorveglianza per avere una maggiore sensibilità o per ignorare i movimenti ambientali, come per esempio quello di un ventilatore.
Il sistema funziona anche quando il telefono non è connesso alla rete wifi impostata per la telecamera, purché in un qualche modo sia connesso alla rete Internet.

Dettagli Tecnici
• Dimensioni: 7 x 7 x 6.2 pollici
• Peso: 0.5 Kg
• Video a 720p HD, 30 fps
• 2 aree di videosorveglianza regolabili
• Rilevamento di suoni e movimento
• Visione grandangolare a 135°
• Zoom digitale 5x
• Video in diretta 24 ore su 24
• Slot scheda microSD
• Crittografia a 256 bit
• Modalità In casa/Assente
• Garanzia di due anni

In conclusione, Honeywell Lyric C1 Wi-Fi ha un favorevole rapporto prezzo/prestazioni (occorre tener conto di qualche istante di latenza dello streaming video) e nel suo piccolo si presta ad essere una valida soluzione nell’ambito della sicurezza domestica.

(Michele Adami)