Water Label unica per i produttori europei di arredobagno

In occasione dell’evento “Il futuro dell’acqua”, Angaisa ha confermato il pieno supporto della distribuzione ITS per uno schema di etichettatura (water label) univoco e condiviso da tutti gli operatori della filiera in Italia e in Europa.

Attraverso la “water label” i principali produttori europei di arredobagno, che comprendono sanitari, rubinetterie e valvole, promuovono la realizzazione di un’etichettatura unica per tutti i prodotti da bagno che utilizzano acqua.
Il consumatore finale viene dunque messo in condizione di essere preventivamente informato sull’effettivo consumo di acqua ed energia nel bagno, e quindi sull’efficienza dei singoli prodotti.

Durante l’evento “Il futuro dell’acqua”, tenutosi il 26 settembre a Bologna nell’ambito del Cersaie e promosso dallo European Bathroom Forum, al quale ha partecipato anche Stefano Vaccari della Commissione Ambiente del Senato, Angaisa ha confermato il pieno supporto della distribuzione ITS per uno schema di etichettatura (water label) univoco e condiviso da tutti gli operatori della filiera in Italia e in Europa.

“Angaisa guarda con estremo favore ad iniziative come quella della ‘water label unica’” – ha dichiarato il Presidente Angaisa Mauro Odorisio – “che risponde pienamente ai dettami del nostro codice etico, e coniuga l’attenzione al consumatore con il rispetto dei ruoli all’interno della filiera, valorizzando la produzione più efficiente e sostenibile”.

Anche il Presidente dello European Bathroom Forum Pietro Mariotti e il Vicepresidente Carlos Velazquez hanno ribadito l’obiettivo di ottenere il sostegno ed il riconoscimento della Commissione Europea rispetto ad un programma unico, condiviso e riconosciuto di “water label”, rivendicando per l’intera filiera idrotermosanitaria un ruolo essenziale nell’informare correttamente l’utilizzatore finale attraverso una rinnovata attenzione verso l’ambiente e la sostenibilità.

www.angaisa.it