incentivo 65%

Pompe di calore e sistemi ibridi esclusi dal 65%

Il decreto Legge, che porta gli incentivi per l’utilizzo di tecnologie efficienti dal 55% al 65%, porta con sé ancora qualche elemento da rivedere. E’ il caso delle pompe di calore, tecnologia ad alta efficienza che utilizza anche fonti rinnovabili pluri-incentivata all’estero, ad oggi escluse dal neonato 65% e con un Conto Energia Termico di dubbia efficacia, sicuramente meno rimunerativo e per il quale le nuove tariffe elettriche non saranno pronte prima di due anni.