Al via Progetto Fuoco 2018

Dal 21 al 25 febbraio 2018 è in calendario, nel quartiere fieristico di VeronaFiere, Progetto Fuoco, mostra internazionale di impianti e attrezzature per la produzione di calore ed energia dalla combustione di legna.

La manifestazione, a cadenza biennale dal 2000 (la prima edizione risale al 1999), si conferma come punto di riferimento per il comparto del riscaldamento a legna. Un evento a vocazione internazionale con un’attenzione crescente verso uno dei distretti più significativi dell’economia del territorio.

È prevista una consistente presenza di operatori esteri provenienti dai principali mercati di sbocco della produzione italiana – Spagna, Francia, Germania, Gran Bretagna e Paesi Scandinavi – e da mercati emergenti quali Polonia, Russia, Grecia, Paesi Baltici e da nuovi mercati.

“Progetto Fuoco, che quest’anno raggiunge l’undicesima edizione, è divenuto anno dopo anno il più importante evento mondiale nel settore del riscaldamento a legna e pellet” spiega Raul Barbieri, Direttore di Piemmeti spa, società organizzatrice dell’evento. “Si tratta di una manifestazione unica nel suo genere, con numeri di assoluto rilievo. Quasi 800 aziende espositrici, delle quali 300 estere, su 115.000 metri quadrati di superficie espositiva e con oltre 300 prodotti funzionanti grazie ad un sofisticato impianto di aspirazione fumi. Numeri promettenti che ci portano a sperare di superare le 70,000 presenze di operatori e visitatori della scorsa edizione”.

A corollario della manifestazione, un ricco programma di convegni, seminari, tavole rotonde, corsi, workshop e incontri a tema, organizzato in collaborazione con AIEL (Associazione Italiana Energie Agroforestali), il partner tecnico di Piemmeti nell’organizzazione di Progetto Fuoco.

 

TURN OVER TECNOLOGICO

Oggi in Italia ci sono 4,5 milioni di apparecchi a legna e pellet obsoleti e 900 milioni di euro di incentivi disponibili per la loro sostituzione grazie al Conto Termico 2.0. L’associazione AIEL stima che il turn over tecnologico con stufe e caldaie più performanti sul mercato consentirebbe di abbattere le emissioni in atmosfera fino al 70%.

 

www.progettofuoco.it

LASCIA UN COMMENTO

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.