Assassinio di Shinzo Abe del Giappone

I pedoni guardano la notizia dell’assassinio dell’ex primo ministro giapponese Shinzo Abe a Tokyo l’8 luglio. (Kyoshi Ota/Bloomberg/Getty Images)

È morto l’ex primo ministro giapponese Shinzo Abe Dopo essere stato colpito Durante un discorso elettorale venerdì a Nara. Ha 67 anni.

Abe ha ricoperto due posizioni separate come leader giapponese di destra Partito Liberal Democratico (LDP) – prima dal 2006 al 2007, poi di nuovo dal 2012 al 2020. Il suo secondo mandato come capo del governo giapponese è durato più a lungo.

Proviene da una famiglia di primi ministri giapponesi: Abe è nato il 21 settembre 1954 a Tokyo in un’importante famiglia politica. Sia suo nonno che suo prozio erano primi ministri e suo padre era un ex segretario generale dell’LDP.

Abe è stato eletto per la prima volta alla Camera dei rappresentanti del Giappone nel 1993 all’età di 38 anni. Ha ricoperto diversi incarichi di gabinetto negli anni 2000 e nel 2003 è diventato segretario generale dell’LDP. Quattro anni dopo, fu nominato leader del partito e divenne primo ministro del Giappone.

Il suo primo mandato è stato segnato da polemiche e cattive condizioni di salute, e si è dimesso da leader del partito e primo ministro nel 2007. La fine del primo mandato di Abe ha aperto una porta girevole in cui cinque persone diverse hanno ricoperto la carica di primo ministro in cinque anni fino al suo giorno successivo. -Elezioni nel 2012. Si è dimesso nel 2020 adducendo problemi di salute.

Dopo aver lasciato l’incarico ha continuato ad essere un leader influente: Dopo aver lasciato l’incarico, Abe era il leader della più grande fazione dell’LDP al governo ed era influente all’interno del partito. Ha continuato a fare campagna per una politica di sicurezza più forte, facendo arrabbiare la Cina lo scorso anno chiedendo un maggiore impegno da parte degli alleati per proteggere la democrazia a Taiwan. In risposta, Pechino ha convocato l’ambasciatore del Giappone e ha accusato Abe di sfidare apertamente la sovranità cinese.

READ  Mentre il Regno Unito Truss lotta per il suo lavoro, il nuovo ministro delle finanze avverte di decisioni difficili

Abe ha ridefinito la politica diplomatica e militare del Giappone: Abe sarà ricordato per il cambiamento più drammatico nella politica militare giapponese degli ultimi 70 anni e per l’aumento della spesa per la difesa. Nel 2015, il suo governo ha approvato una reinterpretazione della costituzione pacifista giapponese del dopoguerra, consentendo alle truppe giapponesi di impegnarsi in una guerra straniera, a condizioni, per la prima volta dalla seconda guerra mondiale.

Abe ha affermato che il cambiamento era necessario in risposta a un ambiente di sicurezza più impegnativo, a una Cina più assertiva e ai frequenti test missilistici della Corea del Nord.

Durante il suo mandato, Abe ha cercato di migliorare le relazioni con Pechino e nel 2018 ha tenuto una storica telefonata con il presidente cinese Xi Jinping. Allo stesso tempo, ha cercato di contrastare l’espansione cinese nella regione unendo gli alleati del Pacifico.

Ha cercato di costruire una relazione personale con l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Come il rapporto di Washington con Pyongyang Verso la diplomaziaCon Trump e il presidente sudcoreano Moon Jae-in ospita vertici storici Con il leader nordcoreano Kim Jong Un, Abe ha detto di essere “impegnato” a incontrare Kim. Abe voleva normalizzare le relazioni con la Corea del Nord e allentare le tensioni nella penisola coreana, ma la sua prima priorità era portare un po’ di chiusura alle famiglie dei cittadini giapponesi rapiti dalla Corea del Nord negli anni ’70 e ’80.

Durante il suo mandato, le relazioni del Giappone con la Corea del Sud si sono deteriorate. I due paesi sono stati coinvolti in un’importante disputa sugli accordi commerciali e di intelligence militare sull’eredità della seconda guerra mondiale e sulla brutale colonizzazione giapponese della penisola coreana.

READ  L'ONU afferma che Shirin Abu Agle è stata uccisa in una sparatoria israeliana

“Abenomics”: Abe è entrato in carica durante una crisi economica e ha iniziato rapidamente a riavviare l’economia giapponese dopo decenni di stagnazione. Subito dopo la sua rielezione a Primo Ministro nel 2012, ha lanciato un imponente esperimento popolarmente noto come “Abenomics”.

Implica tre frecce: massiccio stimolo monetario, aumento della spesa pubblica e riforme strutturali.

Dopo un inizio forte, ha vacillato e nel 2015 Abe Eliminato Le “Tre nuove frecce” sono progettate per aumentare il PIL. Nel 2020, quando il Covid-19 ha invaso il paese, le speranze di poter finalmente raggiungere il loro obiettivo sono state deluse, facendo precipitare il Giappone nella recessione.

Uno dei maggiori successi nazionali di Abe è stato assicurarsi le Olimpiadi di Tokyo 2020. Ma il tanto atteso successo dei Giochi di Tokyo è stato infine vanificato dalla pandemia di Covid-19, che ha costretto il rinvio dei Giochi al 2021.

Abe ha dichiarato lo stato di emergenza mesi dopo che sono stati rilevati i primi casi. La sua amministrazione è stata anche criticata per i bassi tassi di test e per una carenza iniziale di attrezzature mediche specializzate per curare il numero crescente di pazienti.

La gestione da parte di Abe dell’abdicazione dell’imperatore Akihito, il primo monarca giapponese ad abdicare in due secoli, ebbe molto successo. Gli successe suo figlio, l’imperatore Naruhito, che iniziò l’era Rewa nell’ottobre 2019.

Abe lascia la moglie Aki Abe, nata Matsuzaki, che sposò nel 1987. La coppia non ha figli.

Leggi di più sulla sua eredità Qui E vedere la sua vita nelle foto Qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.