Boris Johnson ha visitato Kiev nel Giorno dell’Indipendenza dell’Ucraina

Annunciando la visita su Twitter, 10 Downing Street ha condiviso una foto di Johnson che parla con Zelensky fuori dal Palazzo Mariinsky a Kiev, aggiungendo il messaggio di Johnson: “L’Ucraina può e vincerà questa guerra”.

Johnson è stato uno dei più accesi sostenitori degli sforzi dell’Ucraina per difendersi da un attacco non provocato dalla Russia e il viaggio di mercoledì è stata la sua terza visita nella capitale ucraina dall’inizio della guerra alla fine di febbraio.

È diventato uno dei primi leader stranieri a compiere il rischioso viaggio nella capitale ucraina alla fine di aprile, per poi tornare per un’altra visita a sorpresa a giugno. Downing Street ha detto che la visita di mercoledì è stata l’ultima visita di Johnson in Ucraina prima di dimettersi il mese prossimo.

Mentre molti leader stranieri e altri funzionari di alto rango si sono recati in Ucraina negli ultimi mesi, Johnson si distingue come uno dei visitatori più frequenti. Il presidente polacco Andrzej Duda ha visitato Kiev tre volte quest’anno.

Johnson ha sviluppato uno stretto rapporto con Zelensky, dicendo che era rattristato nel vedere il partito conservatore al potere lasciare il primo ministro britannico. Fu costretto a dimettersi Nel mese di luglio.

Mercoledì, Zelensky ha presentato a Johnson un regalo d’addio, assegnandogli l’Ordine della Libertà “per il lavoro che Boris sta facendo per il nostro Paese e per tutta l’Europa”.

“L’Ucraina è fortunata ad avere un amico, non tutti sono fortunati”, ha detto Zelensky, aggiungendo che l’aiuto dell’Inghilterra “ci avvicina davvero alla vittoria”.

Il Regno Unito ha donato all’Ucraina più di 2,3 miliardi di sterline (2,71 miliardi di dollari) in aiuti militari e finanziari dall’inizio dell’invasione, secondo un rapporto di Downing Street.

READ  Otto giocatori della NFL che sposteranno gli equilibri di potere nel 2022: uno per ogni divisione avrà un grande impatto

Mercoledì, il governo del Regno Unito ha annunciato che avrebbe fornito all’Ucraina veicoli per la caccia alle mine e droni per un valore di 54 milioni di sterline (63,5 milioni di dollari). Ha affermato che l’Ucraina invierà veicoli per la caccia alle mine per aiutare a rilevare le mine nell’acqua e addestrare il personale ucraino su come utilizzarle nelle acque del Regno Unito nelle prossime settimane.

Johnson non è stato l’unico funzionario straniero a visitare Kiev mercoledì. Il ministro degli Esteri portoghese João Gomes Cravinho ha visitato all’inizio della giornata, scrivendo su Twitter “È un onore e un privilegio essere qui in un giorno così importante per l’Ucraina. Conta sulla piena solidarietà e sostegno del Portogallo!”

Johnson e Gomez-Gravinho si sono recati in Ucraina nonostante gli avvertimenti che Mosca potrebbe intensificare gli attacchi prima del giorno dell’indipendenza dell’Ucraina.

Lo stesso Zelensky in precedenza aveva avvertito gli ucraini di essere molto cauti nel Giorno dell’Indipendenza, sottolineando nel suo discorso a tarda notte di martedì che “sono possibili brutali provocazioni russe e attacchi brutali”.

Niamh Kennedy, Benjamin Brown, Radina Gigova e Karem Smith della CNN hanno contribuito a questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.