Con le elezioni in Israele alle porte, Lapidet è destinato a diventare il nuovo primo ministro

GERUSALEMME, 20 giugno (Reuters) – I legislatori israeliani voteranno per lo scioglimento del parlamento, aprendo la strada alla quinta elezione del Paese in tre anni, dopo settimane di pressioni sulla debole coalizione di governo del primo ministro Naphtali Bennett.

Bennett si dimetterà dalla carica di ministro degli Esteri Yair Lapid, suo partner nella coalizione impossibile dell’opposizione che ha posto fine ai 12 anni di governo dell’ex primo ministro Benjamin Netanyahu 12 mesi fa.

Lapidge, un ex giornalista che guida il più grande partito della coalizione, servirà come primo ministro provvisorio fino a quando non si terranno le nuove elezioni.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Un funzionario ha detto che la prossima settimana si terrà un referendum in parlamento, dopo di che Lapid sarebbe diventato primo ministro.

“Penso che il governo abbia svolto un ottimo lavoro nell’ultimo anno. È una vergogna che il Paese venga trascinato alle elezioni”, ha affermato il ministro della Difesa Penny Kants, leader di un partito di centro nella coalizione.

Ma agiremo il più possibile come un governo ad interim”, ha affermato.

La mossa arriva poche settimane prima della visita programmata del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che il governo spera contribuirà a rafforzare i legami di sicurezza regionale contro l’Iran, avversario di lunga data di Israele.

Il futuro della coalizione di otto partiti, che include i partiti di estrema destra, liberale e arabo, è stato sempre più minacciato quando una manciata di membri se ne è andata senza una chiara maggioranza in parlamento.

Bennett, un ex commando delle forze speciali e milionario tecnico entrato nella politica nazionale nel 2013 quando la pressione sul governo è aumentata negli ultimi giorni, ha affermato che il suo governo ha stimolato la crescita economica, ridotto la disoccupazione ed eliminato i deficit per la prima volta in 14 anni.

READ  Il Real Madrid ha battuto il Liverpool vincendo la Champions League

Ma non riuscì a tenere unita la coalizione e decise di farsi da parte prima che il partito di destra di Netanyahu, il Likud, presentasse la propria proposta di scioglimento del parlamento.

Netanyahu, che ha promesso di tornare nonostante abbia affrontato un’indagine sulla corruzione, la scorsa settimana ha deriso l’ex collaboratore Bennett, dicendo che il suo governo stava tenendo “uno dei funerali più lunghi della storia”.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporto Ari Rabinovich; Montaggio di Alex Richardson e Filippa Fletcher

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.