Controllo e monitoraggio dell’umidità per l’industria del tabacco

Carel vanta un’esperienza e una conoscenza approfondite nei processi di lavorazione e conservazione del tabacco, con proposte che spaziano all’interno di una vasta gamma di sensori e umidificatori adiabatici, che si adattano perfettamente alle esigenze tipiche di questo settore industriale.

Il tabacco è un materiale igroscopico e quindi caratterizzato da un elevato contenuto d’acqua che, in presenza di aria troppo secca, tende naturalmente a rilasciare la propria umidità all’ambiente. Questo comportamento causa un’evidente contrazione e perdita di peso delle foglie che spesso presentano lacerazioni e risultano molto più fragili. Si pensi che le sigarette, conservate a 24°C, possono riscontrare una variazione addirittura del 12% in peso, se l’umidità relativa varia dal 40% al 70%. Questo, naturalmente ha delle ripercussioni negative anche sul processo produttivo, in quanto favorisce la rottura delle foglie utilizzate per la produzione dei sigari, la fuoriuscita del tabacco dalle sigarette e l’inceppamento della carta nei macchinari. Il corretto livello di umidità relativa mantiene costanti le caratteristiche dei materiali e riduce gli sprechi e i problemi di qualità delle lavorazioni industriali. Inoltre, il corretto livello di umidità relativa aiuta a ridurre le polveri sospese nell’aria, evitando problemi per il processo produttivo e per gli operatori.

La tecnologia adiabatica permette di risparmiare molto sui costi di esercizio, se comparato ai sistemi di umidificazione isoterma. Per ovviare a questi problemi, durante le fasi di lavorazione del tabacco, l’aria deve essere mantenuta indicativamente tra i 20 e 24 °C, e il 60-70% U.R. Negli spazi dedicati all’immagazzinamento e alla conservazione del prodotto, invece, l’aria deve essere mantenuta a circa 20 °C e al 70…75% U.R.

Queste condizioni consentono al tabacco di preservare le proprie qualità e il proprio aroma naturale, fino al momento del consumo. Per assicurare la qualità del prodotto e l’efficienza di processo, le industrie del tabacco devono quindi prevedere dei sistemi che controllino l’umidità dell’aria e ne assicurino la stabilità. I nuovi sistemi di supervisione permettono la gestione e il monitoraggio delle varie utenze soddisfacendo i più recenti canoni dell’Industria 4.0 e facilitando l’interazione tramite pc, tablet o smartphone.

Tutte le attrezzature per gestire l’umidità e il condizionamento aria sono sempre sotto controllo, da uno qualsiasi dei dispositivi: condizioni di funzionamento, configurazioni e notifiche di qualunque problema sono disponibili tramite PC, tablet e smartphone in un formato chiaro ed efficace. Inoltre la disponibilità delle attrezzature è fondamentale nei processi mission critical. Il controllo degli allarmi più critici 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, è supportato dalla prioritizzazione degli allarmi e da un’analisi tecnica approfondita, integrata nei sistemi di monitoraggio sin dall’origine.

Le soluzioni di monitoraggio e controllo locale e remoto sono considerate come tecnologie nell’ambito della nuova rivoluzione industriale, comunemente chiamata Industria 4.0. All’interno di ciascun quadro normativo e relativi incentivi fiscali, il sistema comprende tutte le caratteristiche necessarie di interconnettività, flessibilità e sicurezza.

www.carel.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.