Donald Trump ha pianificato un falso piano elettorale, pannello da mostrare il 6 gennaio | 6 gennaio udienze

Il comitato ristretto della Camera che indaga sull’attacco al Campidoglio del 6 gennaio dovrebbe comparire alla quarta udienza martedì. Donald Trump E i migliori consiglieri hanno coordinato un piano per inviare false diapositive elettorali come parte di uno sforzo per rimandarlo alla Casa Bianca.

Nelle settimane e nei mesi successivi alle elezioni del 2020, la giuria dovrebbe anche esaminare la campagna di Trump per fare pressione sugli alti funzionari in sette stati chiave di guerra per trasformare la sconfitta di Joe Biden in corruzione.

Nell’audizione pomeridiana, il comitato ristretto dovrebbe concentrarsi maggiormente sul programma di pseudo-elettori che ha svolto un ruolo importante nel tentativo di Trump di invertire i risultati elettorali a livello statale.

Questo gruppo ti mostrerà come funziona il programma Fake Voters. Potrebbe essere stato illegale – Il rifiuto di certificare la vittoria di Biden in alcuni stati è stata la base della strategia illegale di Trump del suo vicepresidente Mike Pence che si è rifiutato di dargli un secondo mandato.

Se il ciclo elettorale del 2020 fosse stato diverso quando il Collegio Elettorale si è riunito il 14 dicembre 2020, e se gli elettori democratici avessero confermato la vittoria di Biden contro Trump, avrebbe segnato la fine del conflitto post-elettorale.

Ma quell’anno, in sette stati dilaniati dalla guerra, è diventato illegale dopo che gli elettori democratici in carica si sono riuniti a livello statale per nominare formalmente Pita presidente. Sono arrivati ​​anche gli elettori repubblicaniHanno detto che invece è venuto a nominare Trump presidente.

Gli elettori di Trump sono stati rimandati indietro. Tuttavia, hanno firmato un falso certificato elettorale in cui dichiaravano di essere “elettori debitamente eletti e idonei” e certificavano che Trump aveva vinto le elezioni presidenziali nel loro stato.

Il falso schema elettorale è stato creato come tentativo Per creare liste elettorali “doppie”. Benz potrebbe essere usato per fingere che le elezioni siano in dubbio, rifiutandosi di formalizzare la vittoria di Biden nel certificato del Congresso del 6 gennaio.

Inoltre, il comitato ristretto mostrerà che parte dei falsi certificati elettorali sono stati prodotti dalla Casa Bianca di Trump e che l’intero programma per i falsi elettori è stato coordinato da Trump e dai suoi massimi consiglieri, incluso l’ex CEO Mark Meadows.

Adam Schiff, un membro del comitato di selezione che presiederà l’indagine, insieme al presidente del comitato Benny Thompson e al vicepresidente Liz Cheney, ha detto domenica alla Galileus Web.

I membri del team legale di Trump insistono sul fatto che questa è una caratteristica distorta del piano, con gli stati che riconfermano i loro risultati elettorali a Trump e firmano slot alternativi chiedendo che vengano inviati immediatamente al Congresso. .

L’avvocato di Trump John Eastman ha ammesso il 19 dicembre 2020 che le lamelle di Trump erano “morte all’arrivo” se non fossero state certificate, e questa spiegazione è difficile da compromettere, ma Trump ha spinto Pence a rifiutare le lamelle di Biden anche se le lamelle non sono ancora certificate. .

La falsa pianificazione degli elettori è importante perché può essere criminale. La magistratura sta indagando se i repubblicani che hanno firmato Trump come elettori siano stati accusati di falsificazione di schede elettorali, frode postale o complotto per ingannare gli Stati Uniti.

Se Trump è coinvolto nel complotto, l’ex presidente degli Stati Uniti potrebbe essere incriminato se la magistratura lo perseguirà. Almeno un gran giurì federale a Washington Esplorando il progetto E l’intervento degli avvocati elettorali di Trump, tra cui Rudy Giuliani.

Nelle settimane e nei mesi successivi alle elezioni, un assistente del panel ha affermato che il comitato ristretto si sarebbe concentrato anche sulla campagna di pressione di Trump sui principali funzionari statali repubblicani.

Altri importanti punti critici che il team vuole esplorare includono L’ormai famigerata telefonata di Trump del 2 gennaio 2021 Il segretario di Stato georgiano Brad Raffensberger – che testimonierà dal vivo al processo – quando Trump gli ha chiesto di “trovare” i voti per vincere le elezioni.

“Voglio trovare 11.780 voti, che è più di quello che abbiamo”, ha detto Trump durante la conversazione, un nastro di cui il Washington Post e gli investigatori della Camera hanno lavorato nel comitato di selezione.

Il comitato ristretto descrive Trump che fa pressioni su altri funzionari statali affinché indaghino sulle frodi elettorali nella sua stessa Casa Bianca e nella sua campagna Gli avvocati sapevano che era una bugiaSulla base della testimonianza del portavoce dell’Arizona House Rusty Bowers.

La giuria ascolterà ulteriormente la testimonianza di Shay Moss, un funzionario elettorale georgiano nella contea di Fulton, che è stato falsamente accusato da Giuliani e altri di nascondersi nelle “valigie” delle schede elettorali di Biden – che è stata confutata dai funzionari elettorali.

READ  Annunci in tempo reale delle elezioni australiane: gli elettori decidono il destino di Scott Morrison

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.