ESCLUSIVO: l’ispettore generale del DHS sapeva della scomparsa dei testi dei servizi segreti mesi prima di quanto precedentemente noto


Washington
CNN

L’ispettore generale del Dipartimento per la sicurezza interna è stato il primo a saperlo Messaggi di testo mancanti ai servizi segreti Diverse fonti che hanno familiarità con la questione hanno affermato che le informazioni sensibili potrebbero essere state distrutte nel maggio 2021, mesi prima di quanto precedentemente noto e un anno prima dell’audizione della Commissione ristretta della Camera il 6 gennaio 2021.

All’inizio di questo mese, funzionari dei servizi segreti hanno detto ai comitati del Congresso che l’ispettore generale del DHS Joseph Caffari, il cane da guardia indipendente del dipartimento, sapeva che i testi erano stati distrutti nel dicembre 2021. Maggio 2021, sette mesi fa.

I servizi segreti ora affermano che i testi sono andati persi di conseguenza Migrazione dei dati pianificata in precedenza I cellulari dei suoi agenti iniziati il ​​27 gennaio 2021, esattamente tre settimane dopo l’attacco al Campidoglio degli Stati Uniti. Dopo che la migrazione dei dati è stata completata, nel maggio 2021, i servizi segreti hanno detto all’ufficio di Cuffari di aver cercato di contattare un provider di telefonia mobile per recuperare i messaggi quando si sono resi conto che erano persi, ha detto una fonte alla CNN.

Il personale dei servizi segreti chiave non si era reso conto che i dati sarebbero andati persi in modo permanente fino al completamento della migrazione dei dati e credeva erroneamente che i dati fossero stati sottoposti a backup. A luglio 2021, gli investigatori dell’ispettore generale hanno detto al DHS che non stavano più cercando messaggi di testo dei servizi segreti, hanno affermato due fonti. L’ufficio di Ghaffari ha ripreso le indagini nel dicembre 2021.

Questi nuovi dettagli si presentano sotto forma di Gaffari Faces Crescente pressione da parte dei democratici tradizionali per consegnare la sua indagine sui messaggi mancanti. Arrivano tra le rivelazioni che i messaggi di testo a due alti funzionari del DHS sotto l’ex presidente Donald Trump, il segretario ad interim Chad Wolf e il vicesegretario ad interim Ken Cuccinelli, erano scomparsi durante un periodo chiave che ha portato all’attacco del 6 gennaio.

Il Washington Post Segnalato per la prima volta Secondo il Post, i testi scomparsi di Wolf e Cuccinelli sono andati persi in un “reset” dei loro telefoni governativi quando hanno lasciato il lavoro nel gennaio 2021.

Messaggi mancanti È esploso alla vista del pubblico all’inizio di questo mese Cuffari ha inviato una lettera ai comitati del Congresso sostenendo che i servizi segreti avevano distrutto i documenti, il che ha ora acceso un’indagine penale e una frenesia chiedendo risposte dal Congresso.

La lettera di Gaffari è arrivata dopo l’aiutante della Casa Bianca di Trump, Cassidy Hutchinson Ha testimoniato davanti alla commissione il 6 gennaio 6 gennaio 2021 A proposito del confronto arrabbiato tra l’ex presidente Donald Trump e i dettagli dei suoi servizi segreti.

READ  I futures sulle azioni salgono mentre Wall Street guarda avanti ai dati chiave sull'inflazione

Sia il team che Gaffari sono interessati ai testi perché potrebbero far luce sulla risposta dei servizi segreti al 6 gennaio.

In mezzo a un controllo approfondito, i servizi segreti hanno ridimensionato la sua cooperazione con il Comitato del 6 gennaio sui documenti mancanti, hanno detto due fonti alla CNN. Gli avvocati dei servizi segreti stanno lavorando con gli avvocati del DHS per determinare come rispondere e dare priorità a tre richieste contrastanti di informazioni sui documenti mancanti da parte del comitato ristretto della Camera, degli archivi nazionali e dell’ispettore generale del DHS.

Una fonte ha affermato che il servizio ha informato telefonicamente la commissione la scorsa settimana della necessità di sospendere la cooperazione in vista dell’audizione in prima serata della commissione il 21 luglio. Il 15 luglio il gruppo ha emesso un mandato di comparizione al servizio per messaggi di testo e altri documenti relativi al 6 gennaio.

Il 20 luglio, l’ufficio di Gaffari, che opera indipendentemente dal DHS, ha detto al servizio di interrompere le indagini sui documenti mancanti, dicendo che potrebbe interferire con l’indagine dell’ispettore generale, che ha scritto essere una “indagine penale in corso”.

Oltre alla citazione del comitato del 6 gennaio, gli archivi nazionali hanno chiesto separatamente ai servizi segreti di consegnare i documenti relativi e spiegare cosa è successo ai messaggi di testo cancellati.

Fonti che hanno familiarità con la situazione hanno affermato di non sapere quanto tempo ci sarebbe voluto dagli avvocati dei servizi segreti per decidere se condividere i documenti con il gruppo e se sarebbe stato risolto entro giorni o settimane.

Una fonte ha detto alla CNN che i servizi segreti continuano a fornire al gruppo le registrazioni delle vecchie richieste, ma l’agenzia ha riconosciuto di aver interrotto qualsiasi nuovo lavoro investigativo per scoprire il contenuto dei messaggi di testo perduti.

In una dichiarazione alla CNN, una portavoce dei servizi segreti ha affermato che l’agenzia “continuerà la nostra incrollabile cooperazione con il comitato ristretto e altre indagini”.

Joe Lofgren della California ed Elaine Luria della Virginia, che fanno parte del Comitato del 6 gennaio, hanno entrambi affermato pubblicamente che i servizi segreti hanno consegnato i documenti questa settimana. Il presidente del comitato è il rappresentante democratico del Mississippi. Penny Thompson ha detto giovedì che il gruppo ha ricevuto “diverse centinaia di migliaia” di reperti dai servizi segreti due giorni fa. Thompson ha detto che il team sta ancora rivedendo il contenuto e non sa se contiene nuovi messaggi di testo.

Thompson ha detto che quando Gaffari ha incontrato la giuria due settimane fa, non ha detto alla giuria che la cancellazione dei messaggi di testo dei servizi segreti del 5 e 6 gennaio 2021 era sotto indagine penale.

READ  Con le contestate manifestazioni della Florida di domenica, Trump e DeSantis anticipano una potenziale resa dei conti delle primarie presidenziali del GOP

Thompson ha detto che sta aspettando di vedere come l’indagine penale influisca sulle informazioni che il comitato può ottenere, ma non crede che l’indagine penale influisca sull’indagine del comitato a questo punto.

“La mia comprensione del processo è che se sei coinvolto in una questione penale, non puoi condividere quella particolare informazione”, ha detto Thompson. “In termini di dove sono le lacune rispetto alle indagini penali, penso che a un certo punto dovremo esaminarlo”.

Né il DHS né l’Ufficio dell’ispettore generale del DHS hanno risposto a una richiesta di commento.

Il potenziale stallo tra i servizi segreti e il comitato del 6 gennaio arriva dopo che Thompson ha chiesto a Gafari di ritirarsi dall’indagine sulla cancellazione dei messaggi di testo.

La Thompson e la leader della sorveglianza della Camera, Carolyn Maloney, martedì hanno inviato una lettera a Gaffari affermando che l’incapacità dei servizi segreti di fornire i documenti al Congresso “solleva seri dubbi sulla sua indipendenza e sulla sua capacità di condurre efficacemente un’indagine così importante”.

Alla domanda giovedì se Gaffari avesse fuorviato la giuria, Thompson ha detto: “L’IG sembra avere un problema con il modo in cui conduce le sue indagini”.

In segno dell’interruzione della comunicazione tra i Democratici del Congresso e Gaffari, la Commissione per la sicurezza interna della Camera, presieduta da Thompson, non è stata informata dall’ispettore generale che stava conducendo un’indagine penale sui messaggi di testo dei servizi segreti, secondo una fonte a conoscenza di la questione. con il soggetto.

La notizia delle sparizioni è esplosa alla luce del pubblico quando l’ispettore generale ha rivelato il problema in una lettera al Congresso questo mese. La lettera arriva dopo che Cassidy Hutchinson, aiutante della Casa Bianca di Trump, ha testimoniato al comitato il 6 gennaio su un confronto arrabbiato tra Trump e il suo profilo dei servizi segreti.

La questione dei messaggi di testo potenzialmente nascosti Nel gennaio 2021, i servizi segreti hanno iniziato il trasferimento di dati telefonici precedentemente pianificato.

Il 16 gennaio 2021, prima che avvenisse la migrazione dei dati, i capi di quattro comitati della Camera hanno inviato una lettera in cui si ordinava al DHS e ad altre agenzie competenti di conservare i registri relativi al 6 gennaio. Non è chiaro se i servizi segreti facciano o meno parte del DHS. L’agenzia ha ricevuto una guida che non li menzionava specificamente.

Una fonte che ha familiarità con l’indagine ha detto alla CNN che i servizi segreti hanno trascorso circa otto ore la scorsa settimana a cercare l’avviso, ma non l’hanno mai trovato.

Nove giorni dopo l’invio della lettera, i servizi segreti hanno inviato un promemoria ai dipendenti che una migrazione dei dati avrebbe distrutto i telefoni dei dipendenti. Il 25 gennaio 2021, un avviso ai dipendenti ha chiarito che i dipendenti sono responsabili della conservazione dei record.

READ  Gli Astros hanno lanciato il loro primo no-hitter combinato delle World Series contro i Phillies

I servizi segreti hanno iniziato a spostare i dati due giorni dopo, il 27 gennaio.

Una fonte ha detto alla CNN che i servizi segreti si sono resi conto troppo tardi che i dati erano stati cancellati in modo permanente. L’agenzia ha cercato di recuperare i messaggi di testo persi dal suo provider di telefoni cellulari, ma non è stata in grado di farlo, ha affermato la fonte.

Nel giugno 2021, Ghaffari ha richiesto documenti e dichiarazioni a 24 dipendenti dei servizi segreti coinvolti nelle operazioni del 6 gennaio. La CNN ha precedentemente riferito che i capi dei dettagli di sicurezza di Trump e Pence sono tra le 24 persone.

Ma nel luglio 2021, un vice ispettore generale ha detto al Dipartimento per la sicurezza interna che l’ufficio non stava più cercando messaggi di testo dai servizi segreti, hanno detto due fonti.

Fonti hanno detto alla CNN che i servizi segreti credevano che la questione fosse finita a quel punto. Ma l’ispettore generale ha riaperto le sue indagini sui messaggi di testo nel dicembre 2021, ha detto una fonte.

I legislatori della Camera del comitato ristretto hanno anche messo in dubbio come i servizi segreti avrebbero potuto consentire ai servizi segreti di cancellare i messaggi dopo gennaio, poiché i leader del caucus democratico si sono chiesti se Gaffari, nominato da Trump nel 2019, possa guidare le indagini dei servizi segreti. 6 – Notando che molti comitati congressuali avevano richiesto i documenti dell’agenzia prima che la migrazione telefonica portasse alla loro potenziale cancellazione.

“Contami come uno scettico”, ha detto lunedì il rappresentante Jamie Raskin, un democratico del Maryland nel panel, al “Late Show with Stephen Colbert” della CBS. Raskin ha detto di non credere “per un minuto” che i servizi segreti non siano riusciti a trovare i messaggi scritti dagli agenti il ​​6 gennaio.

Rappresentante degli Stati Uniti Jamie Raskin (D-MD)

CNN segnalato la scorsa settimana I servizi segreti hanno identificato 10 persone i cui metadati contenevano messaggi di testo inviati o ricevuti il ​​6 gennaio.

Una lettera dell’ispettore generale la scorsa settimana ha informato i servizi segreti di una possibile indagine penale e ha interrotto tali sforzi.

Prendendo atto della lettera, il servizio segreto ha suggerito nel suo rapporto che potrebbe non essere in grado di rispettare sia l’ordine dell’ispettore generale che la citazione del comitato. “Verrà condotta un’approfondita revisione legale per garantire che cooperiamo pienamente con tutti gli sforzi di supervisione e non siano in conflitto tra loro”, ha affermato l’agenzia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.