I democratici si preparano a intensificare il programma delle primarie presidenziali

Stati come il Michigan e il Minnesota stanno cercando di entrare, mentre il Nevada sta giocando per primo nella nazione sul New Hampshire. Il comitato è ancora aperto alla possibilità di aggiungere un quinto programma alla lista, mentre è stato suggerito che i due stati possano tenere le loro partite lo stesso giorno. Non è chiaro quanto cambierà. Ma c’è almeno una chiara preferenza di molti leader democratici al di fuori e all’interno di questi dibattiti di partito: che l’Iowa venga privato del suo ambito primo posto.

“Non credo che l’Iowa debba restare in alcun modo, non c’è motivo per cui l’Iowa debba restare”, ha detto un democratico che ha familiarità con il processo del Comitato per le regole e il regolamento del DNC, il gruppo incaricato di riordinare il calendario. “Elettoralmente, abbiamo completamente perso l’Iowa”.

Più tardi questa settimana, il Comitato per le regole si incontrerà di nuovo a Washington, DC per discutere la questione. Dovrebbero andare avanti con una proposta per il calendario delle nomine presidenziali del 2024 durante la riunione, che andrà prima del voto completo del DNC alla fine di gennaio o all’inizio di febbraio, secondo fonti che hanno familiarità con l’ordine del giorno.

Ma c’è frustrazione tra alcuni membri del DNC per il silenzio della Casa Bianca.

“Se il presidente dice nella prima finestra che vuole questo stato o quello stato, lo sosterrò perché è il leader del partito e immaginerò tutto il resto. [rules committee] membro si sente allo stesso modo “, ha detto un membro del DNC, che ha parlato a condizione di anonimato per parlare. “Quindi è frustrante quando abbiamo investito così tanto tempo, energia e denaro in tutto questo processo, e la Casa Bianca non ci ha dato nulla e abbiamo solo pochi giorni per prendere una decisione”.

READ  Classifica degli US Open 2022: copertura in tempo reale, punteggi del golf di oggi, aggiornamenti dal round 4 al The Country Club

“È quasi come il teatro Kabuki”, ha continuato l’uomo.

Alcune delle questioni in sospeso che il DNC deve affrontare sono state riformulate dai risultati di medio termine di novembre.

Uno è quale stato sostituirà l’Iowa, che rappresenta il Midwest nell’ordine dei primi stati. Sia il Michigan che il Minnesota sono visti come i principali contendenti per lo slot, posizioni ulteriormente rafforzate dai risultati di novembre. I democratici hanno ribaltato entrambe le camere della legislatura statale del Michigan e hanno rieletto il governatore Gretchen Whitmer, mentre i democratici del Minnesota si sono assicurati il ​​​​trifecta controllo ribaltando il Senato dello stato e rieleggendo il governatore Tim Walls.

Quelle vittorie aprono la strada a entrambi gli stati per cambiare legalmente la data delle loro primarie, rimuovendo gli ostacoli logistici che avrebbero dovuto affrontare senza quei risultati. Walls, insieme ad altri leader statali, questo mese ha inviato una lettera ai membri del DNC affermando l’impegno del suo partito statale ad approvare tale legislazione, affermando che il Minnesota è “l’approssimazione più rappresentativa del paese, unita a una forte infrastruttura statale e di partito locale”. , e un vantaggio logistico e finanziario per le campagne.” “

Rappresentante Debbie Dinkel (D-Mich.), Che ha guidato l’accusa di aumentare il mandato del suo stato sul calendario delle nomine, ha dichiarato in una lettera al comitato di medio termine del suo stato che ne avrebbe fatto il suo “obiettivo principale” andando nella prima finestra. Fai un’offerta per un posto libero al DNC.

“I gruppi centrali su cui i democratici devono fare pressioni per vincere le elezioni nazionali sono la spina dorsale del nostro stato”, ha scritto Dingell nella sua lettera. “Il Michigan è uno stato campo di battaglia molto vario e un microcosmo dell’America”.

READ  Danneggiato, Boris Johnson d'Inghilterra ha vinto il voto di fiducia del partito

Diversi membri del DNC hanno affermato di ritenere che il Michigan abbia attualmente un vantaggio sul Minnesota. Ma il Michigan potrebbe subire un respingimento a causa delle sue grandi dimensioni, affermano alcuni membri, aggiungendo che il comitato ha spesso sollevato in riunioni precedenti che gli stati devono essere abbastanza piccoli e accessibili da consentire ai candidati meno noti di fare campagna e vincere.

“La grande esitazione che i sostenitori del Michigan chiedono: sono troppo grandi? Faranno impallidire gli altri tre?” Un altro membro del DNC ha detto: “Ma il Michigan ha fatto tutto ciò che gli avevamo detto di entrare”.

I sostenitori del Michigan indicano i mercati dei media a basso costo dello stato, come Flint e Grand Rapids. Ma Detroit, il più grande mercato, ha ancora milioni di dollari da offrire agli elettori come parte della campagna presidenziale.

L’Iowa, da parte sua, sta ancora combattendo. Lunedì sera, il presidente del Partito Democratico dell’Iowa, Ross Wilburn, ha inviato una lettera al Comitato per le regole e la legislazione delineando i piani del suo partito per uno sforzo per semplificare un sistema di caucus contorto e difficile che è esploso nel 2020 – una “espressione di voto per posta della preferenza presidenziale”. , gli sforzi per classificare i risultati si sono interrotti durante la notte del caucus.

“Dare voce agli stati rurali come l’Iowa è fondamentale” e “il partito non può abbandonare un’intera fascia di elettori nel cuore del Midwest senza danneggiare il partito per una generazione”, ha scritto Wilburn nella lettera. Politica.

READ  I manifestanti infuriati per la recessione economica in Sri Lanka hanno assediato il Palazzo Presidenziale

Ma l’Iowa, uno stato sempre più repubblicano, non si adatta bene ai criteri fissati dal DNC, che mira a dare la priorità a stati razzialmente, economicamente e geograficamente diversi che competono nelle elezioni generali.

Se l’Iowa perde il suo posto influente nel calendario, farà parte del campo del Nevada, scavalcando il New Hampshire. In Una nota ai membri del DNCI Democratici del Nevada hanno sostenuto che la sua popolazione piccola ma diversificata e i suoi margini ristretti nelle elezioni generali dimostrano la sua idoneità per la finestra anticipata.

“Il Nevada che va per primo aiuterà i democratici a vincere le future elezioni presidenziali, più di qualsiasi altro stato in esame”, ha affermato il defunto senatore. ha scritto Rebecca Lambe, ex top consigliere di Harry Reid (D-Nev.).

Nel New Hampshire, nel frattempo, si potrebbe sostenere che le sue piccole dimensioni e la stretta storia delle elezioni generali hanno prodotto forti contendenti presidenziali per un secolo. Fa anche molto affidamento sulle proprie leggi statali, che impongono che lo stato sia il primario nella nazione e danno ai funzionari la libertà di modificare la data del primario di anno in anno per garantire che rimanga tale.

Ray Buckley, presidente del Partito Democratico del New Hampshire Ha detto a WMUR che non si fida del gruppo Approva cambiamenti drastici basati sulle “mie conversazioni con i membri”.

Qualunque cosa decida di fare il DNC, rappresenterà una rottura fondamentale con i repubblicani dopo quasi due decenni di un calendario più connesso.

All’inizio di quest’anno, il Comitato nazionale repubblicano ha votato per riaffermare la sua attuale schiera di stati primari: Iowa, New Hampshire, Carolina del Sud e Nevada. Se uno stato cerca di oltrepassare il limite, l’RNC consentirà a quegli stati di rimuovere alcuni dei loro delegati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.