I giocatori del Dartmouth Hoops votano per aderire al sindacato locale

Martedì la squadra di basket maschile di Dartmouth ha votato 13-2 per aderire al sindacato dei dipendenti dei servizi locali, la prima volta che gruppi di atleti universitari hanno intrapreso un'azione pubblica come dipendenti della loro scuola, creando un precedente che potrebbe cambiare in modo significativo il modo in cui il college fa affari. gioco.

Il mese scorso, il direttore regionale del National Labor Relations Board ha stabilito che i giocatori del Dartmouth erano dipendenti della loro scuola. Il voto di martedì è stato il primo atto ufficiale dei giocatori in qualità di dipendenti e il passo successivo nelle trattative con la scuola. I giocatori sperano che altre squadre della Ivy League seguano l’esempio per creare un’unità di contrattazione collettiva a livello di conferenza.

L'Università ha 10 giorni di tempo per presentare ricorso dopo la certificazione dei risultati. La scuola potrebbe continuare a combattere l’idea che gli atleti siano dipendenti attraverso la Corte Suprema, una decisione che potrebbe richiedere anni per essere completata. In una dichiarazione di martedì, l'università è fortemente in disaccordo con la classificazione dei giocatori come dipendenti.

“Per gli studenti della Ivy League che sono atleti universitari, gli studi accademici sono di primaria importanza e le attività atletiche fanno parte dell'esperienza accademica”, si legge nella nota. “È senza precedenti e impreciso classificare questi studenti come dipendenti perché giocano a basket”.

L'amministrazione di Dartmouth ha presentato una mozione la scorsa settimana per cercare di ritardare il voto di martedì, ma non è riuscita. I risultati generali del sondaggio indicano che i giocatori sono almeno un passo avanti rispetto ai giocatori di football della Northwestern University in termini di prestazioni nel 2015.

READ  Trump ha ancora una settimana per conformarsi a una citazione del comitato del 6 gennaio

L'impegno dei giocatori del Dartmouth è una delle numerose sfide legali emergenti alla politica di lunga data della NCAA secondo cui gli atleti universitari non sono professionisti. Il presidente della NCAA Charlie Baker ha dichiarato in una recente intervista con ESPN che secondo lui più college dovrebbero offrire più vantaggi ai propri atleti, ma né le scuole né la maggior parte dei giocatori a cui ha chiesto vogliono essere considerati dipendenti.

“Tutti i comitati consultivi studenti-atleti con cui lavoriamo sostanzialmente dicono: 'Siamo tutti interessati a un risarcimento. Noi la pensiamo così. [name, image and likeness deals] Una cosa grandiosa. Maggiori benefici educativi, questo è probabilmente molto importante per molti di noi”, ha detto Baker a ESPN il mese scorso. “Ma l'occupazione? Non vogliono atterrare lì.

I giocatori di basket del Dartmouth martedì sono stati i primi a negare formalmente le affermazioni di Baker. La decisione della NLRB nel caso Dartmouth costituisce un precedente che si applica a tutti gli atleti universitari delle università private. L'agenzia federale non ha giurisdizione sulle questioni relative all'occupazione presso le agenzie statali che coinvolgono gli atleti delle scuole pubbliche.

Tuttavia, l'ufficio regionale della NLRB a Los Angeles sta esaminando un caso che potrebbe aprire la porta alla sindacalizzazione per tutti gli atleti universitari. Il firmatario sostiene, quindi, che gli atleti della USC sono assunti congiuntamente dalla loro scuola, dalla loro conferenza e dalla NCAA. Poiché le conferenze universitarie e la NCAA sono entità private, una sentenza in quel caso aprirebbe la porta a tutti gli atleti per contrattare collettivamente con l’associazione o la loro conferenza.

Il caso di Los Angeles dovrebbe riprendere entro la primavera e il direttore regionale emetterà una sentenza preliminare entro la fine dell'anno scolastico in corso.

READ  Guerra Russia-Ucraina: aggiornamenti in tempo reale e notizie sulla Crimea

Mentre Dartmouth e altri combattono lo status lavorativo in azioni legali, Baker e molti leader dello sport universitario chiedono al Congresso di promulgare una nuova legge federale che dichiari che gli atleti universitari non sono dipendenti delle loro scuole. Dicono che lo stato del personale complica la vita degli atleti e rende difficile per molti dipartimenti di atletica universitaria finanziare costantemente tutte le loro squadre. Nonostante anni di lobbying e 10 diverse udienze a Capitol Hill, il Congresso non ha fatto progressi significativi su alcuna legislazione relativa agli sport universitari.

Sebbene Baker si opponga allo status di dipendente, ha detto a ESPN che un qualche tipo di sindacato o organizzazione di giocatori che sostiene il cambiamento sarebbe un “enorme positivo” per gli sport universitari.

Senza l’intervento federale, le scuole dovranno decidere nei prossimi anni se trattare i propri atleti come dipendenti o apportare modifiche significative per ridurre la quantità di controllo che gli allenatori e i dipartimenti atletici hanno sulla vita quotidiana dei loro atleti, dicono gli esperti legali. . La definizione di impiego della NLRB include il diritto del datore di lavoro di controllare il lavoro e il lavoro di un individuo in cambio di una qualche forma di compenso.

Nel caso di Dartmouth, la direttrice regionale Laura Sacks ha concluso che i giocatori erano dipendenti, anche se l'atletica non ha ricevuto borse di studio né ha realizzato tanto profitto quanto alcuni altri programmi di basket a causa dello stretto controllo sul tempo dei giocatori da parte degli allenatori e dei funzionari dell'atletica. comportamento. Sacks ha stabilito che l'abbigliamento gratuito, i biglietti e altro supporto che gli atleti del Dartmouth non hanno ricevuto sono qualificati come compenso.

READ  Insider nega che il video sul cancro di Kate Middleton sia stato modificato: rapporto

Il Dartmouth, attualmente all'ultimo posto nella Ivy League, giocherà martedì sera la sua ultima partita di stagione regolare dell'anno contro Harvard.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *