I repubblicani al Senato hanno risposto ai commenti di Trump sugli elettori ebrei

Martedì i repubblicani al Senato hanno offerto risposte contrastanti alle affermazioni del presunto candidato presidenziale del loro partito questa settimana secondo cui gli elettori ebrei di tendenza democratica odiano Israele.

Una manciata di senatori ha criticato i commenti dell'ex presidente Donald Trump, alcuni sembravano essere d'accordo con lui, e almeno due hanno insistito di non aver visto i commenti, scatenando una tirata secondo cui gli ebrei americani hanno una fedeltà divisa tra America e Israele.

Altri senatori hanno risposto con un ritornello comune quando Trump era in carica, dicendo che era stata una scelta sbagliata di parole senza condannarlo direttamente.

Riguardo ai commenti di Trump, R-Mo., Sen. “Non direi niente di tutto ciò”, ha detto Josh Hawley.

“Non è questo che dico”, ha affermato il sen. Mike Rounds, RS.D.

Sen. Thom Tillis, RN.C., ha suggerito similmente che Trump potrebbe usare “un linguaggio più astuto”, ma ha aggiunto che “non penso che i leader democratici abbiano torto a deludere lo Stato di Israele”.

Il capogruppo della minoranza al Senato John Thune, RST, ha affermato di non seguire da vicino le opinioni di Trump, ma ha detto che “esprime quello che pensa”.

Alla domanda se volesse respingere la retorica usata da Trump questa settimana, Thune ha detto di voler “mantenere le convinzioni religiose delle persone fuori da queste discussioni”.

La tempesta è iniziata quando Trump ha dichiarato in un’intervista con Sebastian Gorka, ex funzionario dell’amministrazione Trump, che “qualsiasi ebreo che vota per un democratico odia la propria religione”.

“Odiano tutto di Israele e dovrebbero vergognarsi di se stessi perché Israele verrà distrutto”, ha continuato Trump, prima di discutere delle ambizioni nucleari dell'Iran.

READ  Parlano i familiari delle vittime del crollo del ponte di Baltimora: "Immensa angoscia"

Il frequente critico di Trump Sen. Mitt Romney, R-Utah, ha espresso alcune aspre critiche ai commenti di Trump.

“È molto offensivo”, ha detto, “e in questo Paese non attacchiamo le persone in base al loro credo religioso o alle loro opinioni politiche”.

“Unire la religione con la politica è un errore enorme e viola alcuni dei principi più fondamentali della nostra storia, del nostro governo e della nostra storia americana. È un errore terribile da parte sua, e dovrebbe davvero scusarsi per questo, ma non lo farà”, Romney aggiunto.

Nel frattempo, il sen. Rick Scott, R-Fla., sembra riecheggiare la posizione di Trump secondo cui gli elettori ebrei sbagliano a sostenere i democratici.

“Non vedo perché un ebreo dovrebbe sostenere i democratici”, ha detto, aggiungendo: “L'amministrazione Biden non ritiene Hamas responsabile”.

UN Sondaggio del Pew Research Center Un sondaggio condotto il mese scorso ha rilevato che il 62% degli ebrei americani aveva un’opinione favorevole del presidente Joe Biden, mentre il 21% degli ebrei americani valutava favorevolmente Trump.

La campagna per la rielezione di Biden ha condannato i commenti, con un portavoce della campagna che ha affermato lunedì che “Donald Trump sta apertamente denigrando gli ebrei americani”.

Martedì, durante una visita a Omaha, nel Nebraska, Doug Emhoff, un secondo in comando ebreo, ha criticato i commenti di Trump definendoli “la cosa più disgustosa, tossica e antisemita che chiunque possa dire, per non parlare di un ex presidente”.

Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, DN.Y., anch'egli ebreo, che ha recentemente chiesto nuove elezioni in Israele, ha condannato i commenti come “assolutamente disgustosi e un esempio da manuale del tipo di antisemitismo che gli ebrei devono affrontare, spingendo un pericoloso anti-semitismo”. Dottrina del semitismo. Doppia fedeltà.”

READ  Esclusivo: Sentendosi "molto male" per l'economia, Musk vuole tagliare il 10% dei posti di lavoro di Tesla

Trump ha accusato gli “ebrei liberali” di aver votato per “distruggere” l’America e Israele in un post sui social media l’anno scorso.

Martedì, Trump ha raddoppiato i suoi recenti commenti mentre lasciava un seggio elettorale a Palm Beach, in Florida. Alla domanda sui suoi commenti nell'intervista, Gorka ha detto: “I democratici sono molto antiebraici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *