I subacquei russi ispezionano i danni al ponte bombardato sulla Crimea

  • La Russia afferma che il traffico ferroviario attraverso il ponte continuerà come previsto
  • Il ponte sullo stretto di Kerch era vitale per rifornire le truppe russe
  • L’imponente struttura è un simbolo dell’annessione della Crimea alla Russia
  • L’esplosione arriva tra le sconfitte sul campo di battaglia per la Russia
  • Attacco missilistico russo uccide 12 persone nel sud-est dell’Ucraina

KIEV, 9 ott. (Reuters) – I subacquei russi sono stati domenica per esaminare i danni causati da una potente esplosione su un ponte stradale e ferroviario che porta alla Crimea, un simbolo della presa della penisola da parte di Mosca e una via di rifornimento chiave per le sue forze armate. Combattimenti nel sud dell’Ucraina.

L’esplosione di sabato su un ponte sullo stretto di Kerch ha suscitato applausi da parte dei funzionari ucraini, ma nessuna pretesa di responsabilità. La Russia non ha immediatamente rivendicato la responsabilità dell’esplosione, che ha spazzato via metà della carreggiata del ponte, con l’altra metà ancora attaccata.

Il vice primo ministro russo Marat Kuznulin ha detto che i subacquei inizieranno a lavorare al mattino e che un’indagine dettagliata sopra la linea di galleggiamento dovrebbe essere completata entro la fine della giornata, hanno riferito le agenzie di stampa locali.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“La situazione è gestibile – è spiacevole, ma non pericolosa”, ha detto ai giornalisti Sergei Aksyonov, il governatore russo della Crimea. “Certo, le emozioni sono eccitate e c’è un sano desiderio di vendetta”.

Il ministero dei Trasporti russo ha dichiarato che domenica i treni merci e i treni passeggeri a lunga percorrenza attraverso il ponte della Crimea erano in funzione nei tempi previsti. Sabato, 10 ore dopo l’esplosione, è ripresa la circolazione stradale limitata.

READ  Le azioni sono in ribasso, con lo yen giapponese vicino a 150 per dollaro

Aksionov ha detto che la penisola ha carburante per un mese e cibo per più di due mesi. Sabato il ministero della Difesa russo ha dichiarato che le sue forze nell’Ucraina meridionale potrebbero già essere “completamente rifornite” da rotte terrestri e marittime.

La Russia ha annesso la Crimea dall’Ucraina nel 2014 e un ponte di 19 km (12 miglia) che collega la regione alla sua rete di trasporti è stato aperto con grande clamore dal presidente Vladimir Putin quattro anni dopo.

Kiev chiede che le forze russe lascino la penisola del Mar Nero, così come il territorio ucraino che hanno conquistato in un’invasione lanciata da Putin a febbraio.

Non è ancora chiaro se il bombardamento di sabato sia stato un attacco pianificato, ma il danno a una struttura di così alto profilo arriva nel mezzo di una serie di sconfitte sul campo di battaglia per la Russia e potrebbe oscurare ulteriormente le assicurazioni del Cremlino che il conflitto era pianificato.

Altrove, i bombardamenti nella città sud-orientale dell’Ucraina di Zaporizhia all’inizio di domenica hanno ucciso almeno 12 persone e ricoverato in ospedale 49 persone, inclusi sei bambini, hanno detto funzionari ucraini.

Oleksandr Starukh, governatore della regione di Zaporizhzhia, ha affermato che 12 attacchi missilistici russi hanno parzialmente distrutto un edificio di nove piani, raso al suolo cinque edifici residenziali e danneggiato molti altri.

Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente i rapporti.

READ  Cody Bellinger non è stato offerto dai Dodgers

Zaporizhia, a circa 52 km (30 miglia) dalla più grande centrale nucleare d’Europa, è stata oggetto di frequenti bombardamenti nelle ultime settimane.

arteria principale

Il ponte sullo stretto di Kerch è un’arteria vitale per le forze russe nell’Ucraina meridionale, dove controllano gran parte della regione di Kherson e gran parte della regione di Zaporizhia, e per il porto di Sebastopoli, sede della base navale russa del Mar Nero.

Tre persone sono state uccise nell’esplosione all’inizio di sabato, hanno detto funzionari russi. Al livello superiore del ponte, sette vagoni cisterna di carburante di un treno di 59 carri diretti alla penisola hanno preso fuoco.

L’agenzia centrale antiterrorismo russa ha dichiarato sabato che un camion merci è esploso sulla strada del ponte. Diceva che due campate del ponte stradale erano parzialmente crollate, ma l’arco che attraversava il canale marittimo tra il Mar Nero e il Mar d’Azov non era danneggiato.

Kirill Stremousov, vice amministratore della regione di Kherson, ha affermato in un post sui social media che l’attentato “non influirà in modo significativo sulle forniture militari” e che ci saranno problemi con la logistica in Crimea.

L’esplosione arriva il giorno dopo il 70° compleanno di Putin e coincide con la nomina del terzo alto ufficiale militare russo in una settimana. Mosca ha nominato il generale dell’aeronautica Sergei Surovikhin a farsi carico del tentativo di invasione.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

(Segnalazione di Max Hunter, Jonathan Lande e Reuters Bureau Scritto da Kevin Liffey, Alistair Bell e Clarence Fernandez Scritto da William Mallard, Raisa Kasolowski e Frances Kerry

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Il primo possibile caso di influenza delle scimmie identificato nel NH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.