Il nuovo Centro Cucina Quaranta all’insegna della sostenibilità

Al via il cantiere per il progetto di ristrutturazione del Centro Cucina Quaranta, nell’omonima via al civico 41, che rivoluzionerà ed amplierà il già esistente centro di Milano Ristorazione. Il progetto garantirà un maggiore risparmio energetico e benessere ambientale, oltre che migliorare funzionalità e sostenibilità del sistema produttivo.

L’assorbimento di spazi precedentemente destinati ad uso uffici, consentirà alla cucina di passare dagli attuali 950 m2 a oltre 1.400 m2, con un incremento di quasi il 50% degli spazi utili dedicati. La disponibilità di quest’ultimi e la loro maggiore efficienza permetteranno al Centro Cucina Quaranta di produrre fino a 8.000 pasti al giorno rispetto ai 5.500 attuali (+45%), rendendolo il secondo centro per capacità produttiva dopo il Centro Sammartini, con la possibilità di alleviare il carico produttivo degli altri centri cucina. Per la preparazione delle diete speciali (sanitarie ed etico religiose) è ovviamente prevista un’area separata, dotata anche di un accesso indipendente al magazzino, in modo da evitare qualsiasi tipo di contaminazione.

La ristrutturazione porterà anche notevoli vantaggi ambientali ed economici: l’inquinamento sarà combattuto dalle pareti esterne, che saranno ricoperte di intonaco fotocatalitico, ossia in grado di catturare le particelle inquinanti e depurare l’aria. Inoltre, sulla copertura saranno installati dei pannelli fotovoltaici, che garantiranno parte dell’energia necessaria al funzionamento e ridurranno la dipendenza dalla fornitura esterna. Anche l’ambiente di lavoro interno otterrà dei benefici dalla ristrutturazione: i nuovi ambienti, lineari e organizzati, godranno di un’illuminazione omogenea e diffusa, garantita da lucernari presenti sul tetto e da nuovi apparecchi LED. Il microclima sarà controllato da un soffitto aspirante in acciaio, che permetterà un ricambio ed un controllo costante dell’aria in tutti gli ambienti della cucina. Il soffitto aspirante permetterà inoltre di climatizzare tutti gli ambienti controllando al meglio l’umidità ed i vapori presenti nei locali cottura, assicurando una qualità diffusa dell’aria, limitando le correnti e la rumorosità. L’impianto interno sarà inoltre dotato di sistemi di rivelazione gas, incendio e antiintrusione.

Le varie aree del centro saranno separate e divise per funzione, disposte secondo il processo logico di produzione. Anche la parte di logistica verrà rivoluzionata in modo da garantire operazioni di scarico più snelle e semplici, con cinque banchine dedicate al carico dei furgoni e due allo scarico. La parte dedicata al personale sarà invece ampliata e resa più comoda, così come le postazioni amministrative, tutte dotate di illuminazione naturale e climatizzazione.

La chiusura temporanea del Centro Cucina Quaranta impatterà su alcune utenze gestite da Milano Ristorazione dato che coinvolgerà il servizio di 8 differenti Centri Cucina. Le scuole che saranno coinvolte avranno quindi come punto di riferimento un diverso Centro Cucina rispetto a quello attuale. Per continuare a garantire un’idonea logistica di consegna dei pasti, i cambi saranno effettuati tenendo conto della vicinanza dei centri cucina alle scuole interessate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.