Il presidente ucraino Zelensky si è rivolto all’Assemblea generale delle Nazioni Unite

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky mercoledì ha svelato un piano per porre fine alla guerra di quasi sette mesi tra Russia e Ucraina. Leader mondiali ONU a New York

Il piano in cinque punti esortava le potenze mondiali a punire la Russia e ad aumentare gli aiuti militari a Kiev per aver tentato di espellere le forze di Mosca dall’Ucraina, che la Russia ha invaso il 24 febbraio.

“La Russia ama la guerra, è vero, ma la Russia non può fermare il corso della storia”, ha detto Zelensky.

In un’implicita condanna dei paesi non occidentali e in via di sviluppo, i commenti hanno invitato Ucraina e Russia a porre fine immediatamente al conflitto attraverso negoziati.

“La Russia sarà costretta a porre fine a questa guerra e porre fine alla guerra che ha iniziato”, ha detto Zelensky. “Respingo la possibilità che l’accordo possa avvenire su qualsiasi altra base”.

Questa settimana molti paesi non allineati hanno mantenuto una posizione neutrale nel conflitto, una posizione che Zelensky chiamava solo “per proteggere i propri interessi”.

I commenti hanno suscitato un raro applauso da parte dei leader mondiali all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, che in precedenza avevano votato 101-7 per consentire a Zielinski di rivolgersi al corpo a distanza, un privilegio negato ad altri leader mondiali. I rappresentanti russi si sono seduti dopo le osservazioni di Zelensky, insieme ai rappresentanti della Namibia, degli Emirati Arabi Uniti e di altri paesi.

Zelensky ha definito i sette paesi che hanno votato contro la sua richiesta “paura di un indirizzo video”.

Come parte del suo piano, Zelensky ha affermato di voler creare un tribunale speciale per punire la Russia. Ha anche detto che il Cremlino dovrebbe perdere il potere di veto di cui gode Membro permanente ONU

READ  Risultato Oklahoma vs. Nebraska: aggiornamenti di gioco in tempo reale, risultati del college Football, NCAA Top 25 Highlights

Zelensky ha detto che tutta la comunità internazionale, tranne la Russia, voleva la pace.

“L’Ucraina vuole la pace, l’Europa vuole la pace, il mondo vuole la pace, abbiamo visto chi vuole la guerra”, ha detto, senza nominare il presidente russo Vladimir Putin. “C’è solo un’istituzione in tutti gli stati membri delle Nazioni Unite che ora direbbe di essere felice di questa guerra e della loro guerra se potessero interrompere il mio discorso”.

Zelensky ha detto che l’Ucraina riguadagnerà il suo territorio ma ci vorrà tempo e richiederà la forza militare. Ha rinnovato le sue richieste ai paesi di inviare aiuti militari all’Ucraina in modo che possa respingere le forze armate russe meglio.

“Riportiamo la bandiera dell’Ucraina su tutto il nostro territorio. Può essere fatto con la forza delle armi, ma abbiamo bisogno di tempo”, ha detto.

Il discorso è arrivato quando Putin sembrava pronto a intensificare il conflitto annunciando un referendum in quattro dei territori occupati dell’Ucraina per unirsi alla Russia. Lo ha annunciato anche Putin Ordine di mobilitazione parziale Circa 300.000 riservisti avrebbero dovuto unirsi alla guerra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.