Il Senato inizia la votazione notturna sul disegno di legge sui finanziamenti governativi da 1,2 trilioni di dollari

WASHINGTON – Il Senato ha iniziato a votare venerdì sera e sabato mattina su un disegno di legge per mantenere aperti diversi dipartimenti e agenzie, rispettando la scadenza di mezzanotte per evitare una chiusura parziale.

Si prevede che la chiusura sarà breve e avrà un impatto minimo, poiché i leader del Senato hanno annunciato una serie di emendamenti e un accordo per votare sull’approvazione finale del disegno di legge. La decisione passerà poi al presidente Joe Biden, che, secondo lui, firmerà la legge.

L'ufficio bilancio della Casa Bianca “ha interrotto i preparativi per la chiusura perché c'è molta fiducia che il Congresso approverà immediatamente gli stanziamenti correlati e il presidente firmerà il disegno di legge sabato”, ha detto un funzionario della Casa Bianca. “Le agenzie non verranno chiuse e potranno continuare le loro normali operazioni mentre i fondi federali adempiono quotidianamente ai loro obblighi.”

Una volta che Biden avrà firmato la legislazione, l’intero governo sarà finanziato entro la fine di settembre.

Venerdì mattina la Camera ha votato per approvare un disegno di legge di spesa da 1,2 trilioni di dollari che finanzia dipartimenti come Stato, Difesa, Lavoro, Salute e Servizi Umani e Sicurezza Nazionale.

Dopo il voto procedurale di venerdì 78-18, il Senato ha indicato di avere abbastanza sostegno per portare il disegno di legge oltre il traguardo. Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, D-N.Y., ha annunciato poco prima della scadenza che i due partiti avevano concordato di votare su diversi emendamenti e poi hanno accettato l'approvazione finale del disegno di legge sabato mattina.

“È stata una giornata molto lunga e difficile, ma abbiamo raggiunto un accordo per portare a termine il lavoro di finanziamento del governo”, ha annunciato Schumer all'aula del Senato poco prima di mezzanotte. È positivo per il Paese raggiungere questo accordo bilaterale.

READ  Grandi differenze secondo i medici

Un Congresso diviso ha scongiurato per un pelo diversi scioperi in questa sessione e ha approvato quattro progetti di legge temporanei che prorogano la scadenza. A quasi sei mesi dall’inizio dell’anno fiscale, i negoziati sulle misure fiscali sono stati insolitamente lenti. L’ultimo disegno di legge è stato pubblicato giovedì e approvato dalla Camera venerdì mattina, dando al Senato poco tempo per agire.

Per un po’, i colloqui sono falliti intorno a mezzogiorno di venerdì, quando il Sen. Il deputato Tom Cotton, R-Ark., ha sostenuto che l'accordo è stato affondato dai democratici vulnerabili nelle principali gare al Senato che affermano di non voler votare. Emendamenti utilizzati contro di loro nelle loro campagne di rielezione.

“I senatori democratici in corsa per la rielezione hanno paura di votare gli emendamenti”, ha detto Cotton ai giornalisti, senza fornire prove, aggiungendo: “Jon Tester ha detto domenica sera di chiudere il governo e votare. Questi emendamenti sono per voi”.

Ma Tester, un democratico che si trova in una dura corsa per la rielezione nel Montana, uno stato rosso che potrebbe decidere la maggioranza del Senato, ha detto a NBC News: “Sono sciocchezze —“.

Il botta e risposta è giunto al culmine quando i due senatori hanno parlato con diversi giornalisti a pochi passi l'uno dall'altro nell'aula del Senato.

“Cotton ha detto che avrebbero mantenuto gli emendamenti a causa di John Tester?” Il tester ha urlato a Cotton durante lo scambio. “Perché se lo fa, probabilmente è pieno di qualcosa che esce dalla schiena di una mucca.”

I senatori erano frustrati dal fatto che il Congresso fosse riuscito a evitare ripetute spese in deficit solo in questo anno fiscale, ma hanno faticato a farlo nell’ultimo giorno di questo anno fiscale.

READ  La madre potrebbe aver annegato 3 bambini morti dopo essere stata trovata sulla spiaggia di New York

“Mi fa schifo”, ha detto il sen. Lisa Murkowski, R-Alaska, ha detto in un'intervista che dopo aver servito gli articoli ai repubblicani del Senato per pranzo, si è sentita “come se avessi mangiato troppo zucchero e pizza cattiva”.

“Se avessimo avuto il salmone, avremmo pensato meglio perché abbiamo buoni omega-3”, ha detto. “Siamo proprio questo: siamo un disastro di pizza caramellata e ci comportiamo come adolescenti.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *