Jeff Giants è il prossimo capo dello staff di Biden

Commento

Il presidente Biden nominerà Jeff Giants come suo prossimo capo dello staff, tornando a un consigliere esecutivo che ha supervisionato l’amministrazione. Corona virus Risposta Sostituisce Ron Klein, che dovrebbe partire nelle prossime settimane, secondo quattro persone a conoscenza del risultato.

Zients ha lasciato la Casa Bianca ad aprile dopo aver guidato la risposta dell’amministrazione alla pandemia e condotto la più grande campagna di vaccini nella storia degli Stati Uniti. È tornato alla Casa Bianca in autunno, poi ha aiutato Klein a prepararsi per il ricambio del personale Medioevo – Il programma è stato infine limitato poiché alcuni membri del personale senior hanno lasciato l’amministrazione. Ma nelle ultime settimane, Klein gli ha assegnato diversi progetti, che secondo alcuni stanno preparando Zients per il ruolo principale, hanno detto i membri dello staff che hanno familiarità con l’accordo, parlando a condizione di anonimato per discutere la questione.

Un portavoce della Casa Bianca ha rifiutato di commentare.

Zients assume il posto di vertice mentre Biden entra in un nuovo e impegnativo periodo della sua presidenza: i repubblicani hanno già avviato una raffica di indagini sull’amministrazione e sui rapporti commerciali del figlio del presidente. Il procuratore generale Merrick Garland ha nominato un consulente speciale per indagare sulla gestione dei documenti riservati trovati nell’ufficio privato di Biden e nella casa di Wilmington, Del. E Biden si prepara a lanciare la sua candidatura per la rielezione.

Giants arriva al lavoro con un profilo diverso rispetto a Klein: il suo primo lavoro governativo è stato durante l’amministrazione Obama e ha trascorso la maggior parte della sua carriera nel settore privato. Ha prestato servizio solo nel ramo esecutivo. Non ci sono post sul suo account Twitter personale.

READ  Dow Jones Futures: Tex guida la ripresa del mercato azionario; Gli investitori stanno decidendo un rialzo dei tassi della Fed

Ma i colleghi hanno elogiato Zients come un grande implementatore che costruisce una profonda lealtà dalle persone che supervisiona.

Mentre Biden entra nella sua carriera politica, alcuni democratici hanno affermato di aspettarsi che la struttura del lavoro del capo dello staff cambi, insieme ai consiglieri politici di Biden, tra cui Anita Dunn, Jen O’Malley Dillon, Mike Donilan, Steve Ricchetti e Bruce Reed. Maggiore enfasi sulla costruzione.

Hanno paragonato l’accordo a quello della Casa Bianca di Obama, dove Jack Lew è stato capo dello staff nel 2012 e si è concentrato sul mantenimento del governo federale mentre David Plouffe, uno stratega politico, ha assunto la Casa Bianca dal 2011 al 2013. Senior Advisor per supervisionare la campagna di rielezione I democratici affermano che Dunn, un consigliere senior, ricoprirà un ruolo simile a un bluff.

Zients, 56 anni, è nato a Washington e ha frequentato la St. Albans School prima di laurearsi alla Duke University. Un consulente di gestione di successo, ha co-fondato una società di consulenza con David Bradley che l’ha resa pubblica e ha raccolto milioni di dollari. All’inizio degli anni 2000, Zients formò un gruppo per acquistare i Washington Nationals, uno sforzo che alla fine fallì.

È entrato per la prima volta nel governo durante l’amministrazione Obama e ha ricoperto diversi ruoli di alto livello, tra cui l’Office of Management and Budget e il National Economic Council. Era “aggiusta-tutto” per le sue forti capacità operative, incluso aiutare a riparare il travagliato lancio del sito Web sanitario dell’amministrazione Obama, healthcare.gov.

Dopo aver lasciato l’amministrazione Obama, Zients ha gestito una società di investimenti e ha trascorso due anni nel consiglio di amministrazione di Facebook, attirandosi le critiche dei liberali.

READ  Classifica degli US Open 2022: copertura in tempo reale, punteggi del golf di oggi, aggiornamenti dal round 4 al The Country Club

Zients è stato coinvolto per aiutare a finanziare la campagna durante un periodo particolarmente difficile durante la campagna presidenziale del 2020 di Biden. Ha co-presieduto la transizione di Biden prima di guidare la risposta dell’amministrazione al coronavirus.

Nel guidare lo sforzo per combattere la pandemia, Giants ha assunto uno dei compiti più impegnativi e importanti per un presidente: supervisionare gli sforzi iniziali per vaccinare il popolo americano e adattarsi a ceppi nuovi e più infettivi. Quando Zients ha lasciato la Casa Bianca, Biden lo ha elogiato come un “servitore ed esperto manager”.

“Ho sfruttato Jeff Giants per guidare la risposta COVID-19 della mia amministrazione perché non c’è nessuno migliore di Jeff per fornire risultati”, ha detto Biden in una dichiarazione all’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.