L’avvocato di Trump ha chiesto di certificare di non aver condotto la ricerca di documenti di Mar-a-Lago | Donald Trump

L’avvocato di Donald Trump, Christina Pop, è stata incaricata di certificare al Dipartimento di Giustizia che tutti i documenti chiave del governo conservati nel suo resort di Mar-a-Lago sono stati restituiti da un gran giurì, sebbene non abbia cercato nei registri.

La certificazione della conformità alla citazione in giudizio sembra essere fondamentale per ostacolare le indagini penali della giustizia. L’ex presidente degli Stati Uniti Dopo che tale assicurazione si è rivelata falsa, una perquisizione dell’FBI nella proprietà ha portato alla luce più di 100 documenti che sono stati declassificati.

Leggenda in giro Mar-a-Lago I tribunali sono sempre più inondati di documenti poiché Trump afferma ripetutamente che la perquisizione dell’FBI e l’indagine risultante erano motivate politicamente. Nel frattempo, il Dipartimento di Giustizia ei Democratici hanno descritto l’acquisizione dei documenti come una grave violazione della sicurezza nazionale.

Bob ha firmato la dichiarazione giurata come “custode dei registri” sotto la direzione di un altro avvocato di Trump, Evan Corcoran, e ha aggiunto avvertimenti per rendere l’annuncio meno ferreo perché non ha condotto lui stesso la ricerca, secondo tre fonti che hanno familiarità con la questione. .

Il certificato è stato redatto da Corcoran, che ha anche cercato Mar-a-Lago Prima che il capo del controspionaggio del Dipartimento di Giustizia Jay Pratt arrivasse il 3 giugno per raccogliere una cartella di documenti responsivi, Pap è stato inviato per i documenti richiesti dalla citazione, hanno detto le fonti.

Ma non è chiaro se la citazione sia stata pienamente rispettata, Bob ha detto a Corcoran di modificare il certificato per dire che “in base alle informazioni fornitemi” tutti i documenti che rispondono alla citazione verranno restituiti dopo una ricerca “approfondita”. , hanno detto le fonti.

Non è chiaro il motivo per cui Bob fosse disposto a firmare la dichiarazione come “custode dei registri” – come richiesto da una citazione piuttosto che da una testimonianza – quando non ha mai ricoperto un ruolo del genere, e sembrava pericoloso. A testimonianza della sua ricerca incompiuta.

Non è inoltre chiaro il motivo per cui Corcoran, che è stato in contatto con il Dipartimento di Giustizia per settimane per quanto riguarda i documenti del governo a Mar-a-Lago, non abbia firmato la dichiarazione giurata, secondo i documenti del tribunale. Firma.

Bob ha testimoniato al Dipartimento di Giustizia dell’episodio del 3 giugno venerdì, descrivendo in dettaglio il ruolo di Corcoran e ulteriori interazioni con il consigliere interno di Trump Boris Epstein, ha detto una delle fonti. NBC News aveva precedentemente riportato la testimonianza di Pope.

La situazione relativa alla certificazione della citazione in giudizio è di particolare interesse per il Dipartimento di Giustizia in quanto conduce indagini penali su possibili violazioni dell’Espionage Act, ostruzione alla giustizia e conservazione dei documenti del governo.

Secondo la dichiarazione giurata del mandato di perquisizione parzialmente redatta e i recenti documenti del tribunale, il punto critico dell’indagine è se la lettera firmata da Bob sia stata travisata intenzionalmente in modo che Trump potesse nascondere altri documenti riservati a Mar-a-Lago.

“Potrebbero esserci stati tentativi di ostacolare le indagini del governo”, hanno affermato i pubblici ministeri federali Archiviato in tribunale di agosto.

Ma i dettagli precedentemente non divulgati dietro la dichiarazione giurata – e che sono stati accettati come sufficienti dal Dipartimento di Giustizia il 3 giugno – potrebbero cambiare la dinamica dell’indagine sull’embargo e ridurre l’esposizione legale se Bob riceve informazioni false, hanno detto ex funzionari del Dipartimento di Giustizia.

Anche se cambia senza preavviso, il Dipartimento di Giustizia vede Bob e Corcoran come testimoni. Petizione alla Corte d’Appello degli Stati Uniti Per l’11° Circuito, gli avvocati di Trump potrebbero essere “testimoni di eventi rilevanti”, hanno scritto gli avvocati.

Corcoran non ha risposto alle richieste di commento. Sia Bob che il suo avvocato difensore penale non hanno risposto alle richieste di commento, anche se le fonti hanno affermato che Bob ha detto ai colleghi che il certificato che aveva firmato dopo una perquisizione della proprietà dell’FBI l’8 agosto era vero.

Bob è considerato un consulente del team legale di Trump, ma non è stato coinvolto nel caso dei documenti di Mar-a-Lago e ha firmato una dichiarazione giurata come “custode dei registri” prima della perquisizione dell’FBI nella proprietà in Florida. “Solo di nome, dicono le fonti.

La distinzione è importante: quando si firma come agente di successione piuttosto che come avvocato, Bob non è soggetto alla protezione del privilegio avvocato-cliente e può parlare più liberamente.

READ  Trump ha ancora una settimana per conformarsi a una citazione del comitato del 6 gennaio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.