L’ex presidente del Pakistan Imran Khan è stato ammonito ai sensi della legge sul terrorismo

Commento

ISLAMABAD, Pakistan — L’ex primo ministro pakistano Imran Khan è stato accusato ai sensi della legge antiterrorismo del paese nell’ultimo episodio di una tesa lotta di potere con l’attuale governo pakistano. Il suo congedo.

L’azione di domenica è arrivata un giorno dopo che Khan si è rivolto a una manifestazione e ha criticato gli alti ufficiali di polizia e un giudice per l’arresto del suo capo di stato maggiore. La polizia ha detto nel foglio di accusa che Khan ha minacciato gli ufficiali.

“Il modo di parlare di Imran Khan e le sue minacce hanno creato paura e apprensione tra la polizia, la magistratura e la gente comune, e ha danneggiato la pace del Paese”, hanno scritto nella dichiarazione.

Da quando Khan è stato estromesso dal potere ad aprile, lui Ha tenuto manifestazioni rumorose Criticare il governo. L’ex star del cricket mantiene la sua forte base politica Ha guadagnato slancio alle elezioni del governo locale. Al contrario, il successore di Khan, il primo ministro Shehbaz Sharif, ha fatto pochi progressi nell’affrontare una crisi economica che ha visto salire alle stelle i prezzi al consumo.

Khan “dovrà affrontare la legge per aver minacciato e abusato di magistrati e agenti di polizia. Tali sfacciati atti di delinquenza sono responsabili dell’incitamento all’estremismo nella società”, ha affermato il ministro dell’Interno Rana Sanaullah. L’ha twittato Lunedì inizia.

Ore dopo la notizia dell’accusa, centinaia di sostenitori di Khan si sono radunati fuori dalla sua residenza nella capitale, Islamabad, nel tentativo di impedirne l’arresto.

“L’arresto di Imran Khan è una linea rossa per noi. Se questa linea viene superata, porterà a qualcosa di brutto, non buono per il popolo e il Paese”, ha affermato Murad Saeed, un alto funzionario del partito Tehreek-e-Insaf guidato da Khan.

READ  Matt Fitzpatrick e Will Saladoris guidano gli US Open alla McLroy

“Vogliamo rimanere entro i limiti della costituzione, ma la gente è sconvolta, molto arrabbiata”, ha detto, avvertendo che i disordini popolari potrebbero “distruggere” il governo in carica.

Tra le crescenti tensioni politiche, il Pakistan ha lanciato una repressione dei media

Saeed e altri leader del partito hanno invitato altre migliaia di persone a venire a Islamabad per “difendere il loro leader”.

L’ufficiale capo di Khan era Shahbaz Gill È stato arrestato all’inizio di questo mese Dopo aver commentato in un talk show che il governo era “antimilitare”. Khan ha affermato che Gill è stato torturato mentre era in prigione, cosa che il governo nega.

Khan e il suo gruppo già Una sezione ha dovuto affrontare un blackout dei media. Le autorità hanno vietato le trasmissioni in diretta dei suoi discorsi e il canale di notizie su cui Gill ha mandato in onda i suoi commenti è stato bandito. Due conduttori di notizie associati allo stesso canale sono fuggiti dal paese dopo aver denunciato le molestie da parte del governo.

Khan è stato rimosso dall’incarico ad aprile con un voto di sfiducia in parlamento dopo ripetuti ritardi.

È salito al potere nel 2018, impegnandosi a creare un “nuovo Pakistan” – uno stato sociale islamico basato su opportunità, giustizia e libertà per la nazione impoverita a maggioranza musulmana di 220 milioni di persone.

Ma ha lottato per gestire l’economia tra l’aumento dell’inflazione e il debito estero. Si è scontrato con la leadership militare del paese e ha perso alleati politici, che lentamente hanno raccolto abbastanza sostegno per sfidarlo e lo hanno accusato di aver quasi mandato in bancarotta il Pakistan.

READ  I funzionari della California avvertono che potrebbero verificarsi interruzioni di corrente a rotazione

Khan è stato il primo leader dalla fondazione del Pakistan nel 1947 ad essere estromesso con un referendum legittimo. I termini dei precedenti primi ministri sono stati abbreviati da un colpo di stato militare o da un’altra forma di intervento extragiudiziale.

Khan ha detto che gli Stati Uniti hanno sostenuto la sua cacciata. Non ha fornito prove per tale affermazione e il Dipartimento di Stato ha negato il coinvolgimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.