Nonostante l’accordo OPEC+, il prezzo del petrolio in Arabia Saudita supera i 120 dollari al barile

Una trivella opera il 10 febbraio 2019 nell’area di produzione di petrolio e gas naturale del bacino del Permiano nella contea di Lea, New Mexico, USA. REUTERS / Nick Oxford / File foto

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

  • L’Arabia Saudita alza i prezzi ufficiali per i compratori asiatici
  • L’OPEC + probabilmente non raggiungerà l’obiettivo di rilascio elevato -JP Morgan
  • Il WTI è stato molto alto dall’inizio di marzo

6 giugno (Reuters) – L’Arabia Saudita ha alzato i prezzi del greggio a luglio, lasciando i prezzi del petrolio sostanzialmente invariati lunedì, tra le speculazioni che un obiettivo di produzione più alto per i produttori di petrolio OPEC + potrebbe allentare la scarsa offerta.

Alle 12:22 EDT (1622 GMT), il greggio Brent è salito di 4 centesimi a $ 119,76 al barile, dopo aver toccato un massimo intraday di $ 121,95.

I future sul greggio US West Texas Intermediate (WTI) sono aumentati di 8 centesimi, o dello 0,1%, a $ 120,99, il massimo in tre mesi di $ 118,95 al barile. La scala è scesa di $ 1 nella sessione precedente.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

L’Arabia Saudita ha alzato il suo prezzo ufficiale di vendita (OSP) di luglio per il suo principale petrolio greggio arabo (OSP) per l’Asia a $ 2,10 da giugno, portandolo a $ 6,50 premium rispetto al prezzo Oman / Dubai. Preoccupazioni per interruzioni nell’approvvigionamento dalla Russia. leggi di più

La scorsa settimana, l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC +) e i suoi alleati hanno deciso di aumentare la produzione di 648.000 barili al giorno per luglio e agosto, ovvero il 50% in più rispetto a quanto pianificato in precedenza. Ha alzato i prezzi.

READ  Un aereo militare Osprey che trasporta cinque marines si schianta in California

“Gli input di greggio nelle raffinerie statunitensi sono diminuiti di circa il 6% rispetto a quattro anni fa, e questa volta questa riduzione è correlata alla minore domanda di copertura del greggio, contribuendo al contempo all’austerità nei mercati della benzina e del diesel”, ha affermato Jim Ritterbush. , Galena, Presidente di Ritterbush & Associates in Illinois.

L’aumento dell’obiettivo si è diffuso a tutti i membri dell’OPEC +, tuttavia, molti di loro hanno poco spazio per aumentare la produttività e includono la Russia che deve affrontare le sanzioni occidentali.

“Con pochi … partecipanti OPEC + capacità inutilizzata, prevediamo che la produzione OPEC + aumenterà a 160.000 barili al giorno a luglio e 170.000 barili al giorno ad agosto”, hanno affermato gli analisti di JP Morgan in una nota.

Lunedì, Citibank e Barclays hanno alzato le loro previsioni per il 2022 e il 2023 e si prevede che la produzione e le esportazioni russe diminuiranno di circa 1 milione a 1,5 milioni di ppd entro la fine del 2022. leggi di più

Separatamente, l’italiana Eni e la spagnola Repsol inizieranno a spedire piccole quantità di petrolio venezuelano in Europa il prossimo mese, hanno detto a Reuters cinque persone che hanno familiarità con la questione. leggi di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Report aggiuntivo di Shadia Nasrallah a Londra, Florence Dawn a Singapore e Sonali Paul a Melbourne; Montaggio di Jason Neely e Chris Reese

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.