Putin si aspetta che la Cina Xi visiti presto; Xi mantiene la sua roccaforte in Ucraina

  • Le opinioni di Putin si concentrano sulla Cina dall’Occidente
  • Entrambi condividono una sfiducia nei confronti dell’Occidente
  • I commenti riservati di Xi contrastavano con il tono ottimista di Putin
  • I resoconti dei media cinesi sulla riunione video non hanno fatto menzione della visita
  • Non c’era alcun segno da parte di Xi dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina

30 dicembre (Reuters) – Il presidente russo Vladimir Putin ha detto venerdì che si aspetta che il presidente cinese Xi Jinping effettui una visita di stato all’inizio del prossimo anno in una manifestazione pubblica di solidarietà da parte di Pechino dopo la fallita invasione russa dell’Ucraina.

Ma la lettura ufficiale cinese del video vertice tra i due leader ha evidenziato differenze nell’approccio alla loro alleanza in via di sviluppo, non ha fatto menzione di una visita e Pechino, che ha rifiutato di sostenere o condannare l’invasione, ha insistito sul fatto che sarebbe stata “specifica e giustificata”. “In piedi sul problema.

Da quando ha inviato le sue truppe in Ucraina a febbraio, la Russia ha voltato le spalle alle potenze occidentali che l’hanno emarginata economicamente e politicamente e hanno armato l’Ucraina, preferendo invece la crescente potenza mondiale della Cina rivale di lunga data.

“Caro signor presidente, caro amico, la stiamo aspettando, ci aspettiamo che faccia una visita di stato a Mosca la prossima primavera”, ha detto Putin a Xi in una dichiarazione introduttiva di otto minuti trasmessa dalla televisione di stato.

“Dimostrerà al mondo intero la forza delle relazioni russo-cinesi su questioni chiave”.

Ha anche detto che mirava ad aumentare la cooperazione militare con la Cina – una dichiarazione sulla chiamata dell’emittente statale cinese CCTV che non ne ha fatto menzione.

READ  Steve Bannon è stato incriminato nel caso di frode "Abbiamo costruito il muro".

Sebbene Xi abbia definito Putin il suo “caro amico”, la sua dichiarazione introduttiva, un quarto della lunghezza di Putin, aveva un tono più pragmatico.

I due hanno firmato una partnership strategica “senza limiti” a febbraio, annunciata dalla sfiducia condivisa dall’Occidente, pochi giorni prima che la Russia inviasse le sue forze armate in Ucraina.

Gli affari vanno a gonfie vele

Il presidente russo Vladimir Putin incontra il presidente cinese Xi Jinping a Pechino, in Cina, il 4 febbraio 2022. Sputnik/Alexei Truzhinin/REUTERS/FILE PHOTO ATTENZIONE REDATTORI DEL KREMLIN – Questa immagine è renderizzata in terzi.

Mentre le principali economie occidentali hanno risposto all’invasione con una raffica coordinata di sanzioni senza precedenti, la Russia è stata costretta a cercare altri mercati e ha superato l’Arabia Saudita come fornitore di greggio per la Cina. Il commercio bilaterale è aumentato ei legami finanziari si sono ampliati.

Venerdì, il ministero delle Finanze russo ha raddoppiato la quota massima dello yuan cinese nel suo National Wealth Fund (NWF) al 60%, mentre Mosca cerca di “dollarizzare” la sua economia e porre fine alla sua dipendenza da paesi “ostili”, inclusi Stati Uniti ed Europa . Membri dell’Unione, Gran Bretagna e Giappone.

Mosca ha sostenuto pubblicamente la posizione di Xi su Taiwan e ha accusato l’Occidente di cercare di fomentare il conflitto sullo status dell’isola autonoma, che la Cina rivendica come propria.

Putin ha detto a Xi: “Tu ed io condividiamo le stesse opinioni sulle cause, la tendenza e la logica dell’attuale cambiamento nel panorama geopolitico globale, di fronte a pressioni e provocazioni senza precedenti da parte dell’Occidente”.

Tuttavia, il leader cinese è stato meno esplicito nelle sue critiche all’Occidente, che è il principale mercato di esportazione della Cina, ed è apparso freddo sull’invasione russa dell’Ucraina.

La Cina ha evitato la condanna, sottolineando invece la necessità della pace, ma a settembre Putin ha ammesso pubblicamente alla sua controparte cinese di essere “preoccupato” per le azioni della Russia.

READ  Boris Johnson ha visitato Kiev nel Giorno dell'Indipendenza dell'Ucraina

Pechino è stata finora attenta a non fornire un sostegno materiale diretto a un’invasione che potrebbe far scattare sanzioni occidentali contro la Cina.

Tuttavia, venerdì Xi ha detto a Putin che la Cina è pronta ad aumentare la cooperazione strategica con la Russia sullo sfondo di quella che ha definito una situazione “difficile” nel mondo.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che l’incontro è stato sostanziale e costruttivo, ma non è stata ancora fissata una data per la visita di Xi.

Segnalato da Reuters; Reportage aggiuntivo di Eduardo Baptista a Shanghai; Scritto da Kevin Liffey; Montaggio di Andrew Heavens e Tomasz Janowski

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.