Riprendendo il titolo dalla Toyota, GM è il principale venditore di auto in America


New York
Cnn

Un anno dopo aver perso il suo titolo quasi centenario di principale venditore di auto d’America, la General Motors è tornata al vertice.

GM

(GM)
Mercoledì negli Stati Uniti sono stati venduti 2,3 milioni di veicoli. Le forti vendite del quarto trimestre, in aumento del 41% rispetto a un anno fa, le hanno permesso di chiudere l’anno con vendite di quasi il 3% in meno rispetto ai 2,2 milioni di veicoli statunitensi venduti nel 2021, dopo un calo del 13%.

Nel frattempo Toyota

(TM)
aveva Miglior venditore Nel 2021, le sue vendite per l’intero anno sono diminuite di quasi il 10% a 2,1 milioni, nonostante abbiano registrato un aumento del 13% nelle vendite del quarto trimestre.

In ciascuno degli ultimi due anni, le vendite di veicoli a livello di settore sono state limitate da una carenza di ricambi. Chip per computer, per costruire auto e camion che i consumatori desiderano. Quando i risultati finali delle vendite a livello di settore saranno annunciati alla fine di questa settimana, si prevede che le vendite totali di nuovi veicoli negli Stati Uniti scenderanno a poco meno di 14 milioni di veicoli.

Questa è stata la vendita totale più bassa da quando il paese è emerso dalla Grande Recessione in più di un decennio. Le vendite sono scese a 10,5 milioni nel 2009, l’anno in cui GM e Chrysler hanno presentato istanza di fallimento e ricevuto salvataggi federali, e sono salite solo a 12,7 milioni nel 2011, lo scorso anno le vendite del settore sono scese sotto i 14 milioni.

Le vendite sono state di 17 milioni nel 2019, l’anno prima che la pandemia sconvolgesse sia l’economia che la filiera.

READ  Il proprietario dei Dallas Cowboys Jerry Jones risponde ai commenti di LeBron James sulla foto di Little Rock riemersa

La maggior parte delle previsioni suggerisce che i problemi della catena di approvvigionamento stanno migliorando, consentendo alle case automobilistiche di aumentare la produzione nel 2023. Indicano vendite migliori nel quarto trimestre rispetto all’anno precedente, anche se con più auto. I prezzi e l’aumento dei tassi di interesse lo rendono più costoso per gli acquirenti rispetto al passato.

Ciò a sua volta ha portato a previsioni secondo cui un modesto aumento delle vendite quest’anno sarebbe stato di nuovo a nord di 14 milioni di veicoli.

Ma molti esperti avvertono che la previsione di un aumento delle vendite non dipende dall’economia statunitense Cadere in recessioneE invece Semplicemente sperimentando una crescita lenta. L’incertezza su ciò che accadrà all’economia rende le prospettive per le vendite di auto più incerte rispetto agli anni precedenti, dicono.

“Sono decenni che prevedo il mercato automobilistico. Il prossimo anno sarà molto impegnativo”, ha dichiarato Charlie Chesbro, capo economista di Cox Automotive, “generalmente sappiamo in che direzione sta andando”. Ma quest’anno potrebbe aumentare o diminuire.

Nonostante l’economia vacillante, ci sono diversi fattori che dovrebbero supportare le vendite di auto nuove nel prossimo anno. Per prima cosa, negli ultimi due anni le società di autonoleggio non sono state in grado di acquistare le auto nuove di cui hanno bisogno perché le case automobilistiche hanno venduto tutte o quasi tutte le auto che possedevano, limitando l’offerta di auto a basso costo. ma piuttosto al consumatore.

“Le società di noleggio operano alla metà di quanto sono abituate ad acquistare”, afferma Evan Drury, direttore degli approfondimenti di Edmonds.

Se le case automobilistiche iniziano a vedere la debolezza della domanda dei consumatori, ha affermato la Drewry, potrebbero ripristinare gli incentivi, compresi i finanziamenti a basso tasso, che non hanno dovuto offrire negli ultimi anni quando la domanda ha superato l’offerta.

READ  I primi prototipi di Marte atterrano sulla Terra nel 2033

“Non ci sono stati incentivi ultimamente”, ha detto.

Finora la domanda è ancora forte, poiché la domanda è alta da parte di potenziali acquirenti che hanno ritardato gli acquisti perché non sono riusciti a trovare il veicolo che desideravano. Ma sia Drury che Chesbro affermano che i prezzi medi elevati e gli alti tassi di interesse stanno già allontanando gli acquirenti dal mercato.

Una svolta nell’economia, soprattutto se i tassi di disoccupazione storicamente bassi iniziano a salire, potrebbe rapidamente smorzare le vendite di auto nuove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.