Settimane prima della ricerca di Mar-a-Lago, un ex funzionario del DOD di Trump ha promesso di rilasciare documenti riservati dagli archivi nazionali.

Nel giugno di quest’anno, l’FBI ha fatto irruzione nella tenuta Mar-a-Lago dell’ex presidente Donald Trump. Merce assortitaKash Patel, ex incaricato del Dipartimento della Difesa e schietto lealista di Trump, ha promesso di recuperare i documenti riservati dagli archivi nazionali e di pubblicarli sul suo sito web.

Trump ha pubblicato una lettera in cui ordinava agli archivi nazionali di accedere ai documenti pubblici non amministrativi di Patel e del giornalista conservatore John Solomon. Secondo il rapporto Al momento.

Patel, che ha servito come capo di stato maggiore del segretario alla Difesa sotto Trump, ha affermato in una serie di interviste che Trump ha classificato i “documenti Russiagate” negli ultimi giorni della sua amministrazione. Ma Patel ha detto che l’avvocato della Casa Bianca di Trump ha bloccato il rilascio di quei documenti e li ha invece consegnati agli archivi nazionali.

“Non l’ho detto a nessuno perché è successo”, ha detto Patel in un’intervista del 22 giugno su un podcast pro-Trump. “Identificherò ogni singolo documento che hanno trattenuto dall’essere classificato negli archivi nazionali. Inizieremo a rilasciare queste informazioni la prossima settimana”.

Patel non ha fornito una spiegazione chiara su come ottenere legalmente o praticamente i documenti.

“Il consiglio e l’agenzia della Casa Bianca hanno sfidato gli ordini del presidente e hanno implementato una burocrazia federale che ha inviato il nascondiglio agli archivi nazionali, dove si trova ora”, ha detto Patel in un’intervista separata il 23 giugno. – Trump Web Show.

Trump e i suoi alleati hanno spinto in modo aggressivo per anni a declassificare i materiali relativi all’indagine “Crossfire Hurricane” dell’FBI sui legami tra la campagna presidenziale di Trump del 2016 e la Russia, e poi un’indagine. tenuto sotto controllo A seguito della nomina di Robert Mueller a consigliere speciale. Patel, che in precedenza aveva servito sotto l’allora Rep. Devin Nunes (R-California), durante il mandato di Nunes come presidente della Commissione per l’intelligence della Camera, ha affermato che le informazioni non pubbliche fornite al Congresso hanno indebolito l’indagine sulla Russia e hanno contribuito a sostenere l’affermazione di Trump secondo cui l’indagine era priva di fondamento.

Kash Patel farà parte del panel alla conferenza CPAC Texas 2022 a Dallas il 5 agosto 2022.

Lev Radin/Ciba USA tramite AP

Il giorno prima di lasciare l’incarico, Trump ha autorizzato la declassificazione di una serie di documenti relativi all’indagine sulla Russia. Il MemorandumRilasciato nel gennaio 2021, ha riconosciuto che “porzioni dei documenti nel raccoglitore sono classificate e non sono state rilasciate al Congresso o al pubblico”.

READ  Wall Street chiude in ribasso mentre la tecnologia pubblicitaria e le azioni dei social media cadono

Quindi, secondo Patel, Trump gli ha chiesto di lavorare per recuperare documenti riservati dagli archivi nazionali e poi rilasciarli al pubblico. “Il presidente Trump ha detto: ‘Chi conosce quei documenti meglio di chiunque altro?’ E ho detto: ‘Se vuoi andare, ci vado'”, ha detto Patel.

So cosa c’è nell’archivio, disse Patel. “Non posso ancora parlarne, ma l’intero processo sarà: è Russiagate, Hunter Biden, l’impeachment, 6 gennaio – identifica i documenti, mettili là fuori”.

La portavoce di Patel, Erica Knight, ha detto a ABC News che Patel “agisce come rappresentante del presidente Trump per lavorare con gli archivi nazionali”.

“GSA ha le sue politiche e procedure su come gestire i documenti presidenziali, con cui Patel sta collaborando pienamente”, ha detto Knight dell’Amministrazione federale dei servizi generali, un’affiliata degli Archivi nazionali.

I commenti di Patel secondo cui Trump gli aveva ordinato di recuperare documenti riservati sono arrivati ​​​​tra la crescente controversia dell’ex presidente con i funzionari degli archivi nazionali. A giugno, i funzionari degli archivi nazionali avevano chiesto al Dipartimento di giustizia di indagare sulla gestione dei documenti della Casa Bianca da parte dell’ex presidente a gennaio. Sono state recuperate 15 scatole di documenti Trasportato impropriamente a casa di Trump in violazione del Presidential Records Act.

Mentre Patel ha affermato che l’ex presidente aveva declassificato “una montagna di documenti”, affermano gli esperti L’etica è a posto Anche dal Presidente — per garantire che la sicurezza nazionale non sia compromessa quando le informazioni sono classificate.

“[Patel] scagliandosi contro la burocrazia, ma è quella burocrazia ed etica che ci impedirà di danneggiare la nostra sicurezza nazionale attraverso la divulgazione inappropriata di informazioni sulla sicurezza nazionale”, ha affermato John Cohen, ex funzionario del Dipartimento per la sicurezza interna, collaboratore di ABC News.

READ  Il CDC ora raccomanda maschere fatte in casa a Sacramento e in 4 distretti limitrofi

“Non posso sottolineare abbastanza quanto siano importanti queste etiche”, ha detto Cohen. “Per tutti coloro che hanno un’autorizzazione, è radicato nel cervello che anche la divulgazione involontaria di informazioni top secret può avere un impatto importante sulla sicurezza nazionale”.

Secondo Patel, a giugno i documenti dovevano essere recuperati dagli Archivi Nazionali e pubblicati “gratuitamente” sul suo sito web, per poi “fare un grande annuncio ogni volta” che veniva rilasciato un nuovo documento.

Foto: la tenuta Mar-a-Lago dell'ex presidente Donald Trump a Palm Beach, in Florida, il 10 agosto 2022.

La tenuta Mar-a-Lago dell’ex presidente Donald Trump il 10 agosto 2022 a Palm Beach, in Florida.

Steve Helper/AP

Patel, un ex assistente del Congresso del GOP che ha servito nel Consiglio di sicurezza nazionale di Trump prima di entrare a far parte del Pentagono, è stato coinvolto negli accordi di sicurezza per il conteggio dei voti elettorali del 6 gennaio a Capitol Hill, ha affermato il comitato della Camera. Attacco del 6 gennaioCitando i documenti ottenuti dal Dipartimento della Difesa.

Lo scorso settembre, il 6 gennaio, il comitato ha emesso citazioni in giudizio a quattro ex funzionari dell’amministrazione Trump, tra cui Patel. È comparso davanti al comitato Diverse ore a dicembre.

Lo scorso aprile, Patel è stato nominato membro del consiglio di amministrazione di Trump Media, la società di media dell’ex presidente. & Technology Group ha lanciato a febbraio la piattaforma “Real Social”. Patel ha anche pubblicato un libro per bambini pro-Trump intitolato “The Plot Against the King”.

A partire dal mese scorso, Patel stava continuando con i piani per rilasciare documenti ora negli archivi nazionali.

“Ora siamo in questa lotta”, ha detto Bettel al commentatore conservatore Benny Johnson in un’intervista del 4 luglio. “Ci sto lavorando. Certo, la burocrazia è un ostacolo, ma questo non ci fermerà”.

READ  Quattro uomini di età inferiore ai 40 anni hanno vinto le medaglie Fields in matematica

“Andrò agli Archivi Nazionali nelle prossime settimane e identificherò quei documenti”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.