Taiwan rifiuta le esercitazioni militari “illegali e irresponsabili” della Cina

  • Iniziano le esercitazioni militari cinesi, incluso il fuoco vivo
  • Droni sospetti sorvolano le isole di Taiwan
  • Taiwan afferma che diversi siti web del governo sono stati violati
  • La Cina dice che è una questione interna

TAIPEI, 4 ago (Reuters) – La Cina ha lanciato giovedì esercitazioni militari a fuoco vivo senza precedenti in sei aree intorno a Taiwan, un giorno dopo che la presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha visitato l’isola autonoma che Pechino considera la sua sovranità. Territorio.

Dopo l’inizio programmato alle 0400 GMT, l’emittente statale cinese CCTV ha dichiarato che gli esercizi inizieranno e si concluderanno alle 0400 GMT di domenica. Ha affermato che ciò includerebbe il lancio di fuoco diretto nelle acque e nello spazio aereo che circonda Taiwan. leggi di più

Funzionari taiwanesi hanno affermato che le esercitazioni violano le regole delle Nazioni Unite, invadono lo spazio territoriale di Taiwan e rappresentano una sfida diretta alla libera navigazione aerea e marittima.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Il Partito Democratico Progressista di Taiwan ha affermato che la Cina sta conducendo esercitazioni lungo le trafficate vie navigabili internazionali e le rotte aeree che sono “comportamenti irresponsabili e illegali”.

Una mappa che mostra sei luoghi in cui la Cina conduce esercitazioni militari.

Il portavoce del gabinetto di Taiwan ha espresso una ferma condanna delle esercitazioni, aggiungendo che i siti web del Ministero della Difesa, del Ministero degli Affari Esteri e dell’Ufficio del Presidente sono stati attaccati da hacker.

Mercoledì notte, poche ore dopo la partenza di Pelosi per la Corea del Sud, aerei non identificati, probabilmente droni, hanno sorvolato un’area delle isole Kinmen al largo della costa continentale di Taiwan, ha affermato il ministero della Difesa di Taiwan. leggi di più

READ  Le azioni salgono sulla settimana piena di dati sull'inflazione

Il maggiore generale Chang Zone cantato dal comando militare di difesa di Kinmen ha detto a Reuters che i droni sono arrivati ​​in coppia e hanno volato due volte nell’area di Kinmen intorno alle 21:00 (1300 GMT) di mercoledì. e le 22:00

“Abbiamo immediatamente lanciato scintille per scacciarli dopo aver dato gli avvertimenti. Dopodiché sono tornati indietro. Sono entrati nella nostra area riservata ed è per questo che li abbiamo dispersi”, ha detto.

La Cina, che rivendica Taiwan come suo territorio e si riserva il diritto di occuparla con la forza, ha dichiarato giovedì che le sue divergenze con l’isola autogovernata erano una questione interna. leggi di più

L’ufficio cinese per gli affari di Taiwan con sede a Pechino ha dichiarato: “La nostra punizione per l’indipendenza pro-Taiwan, le forze esterne è equa e legale.

Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha definito la visita di Pelosi a Taiwan un atto “pazzo, sconsiderato e altamente irrazionale” da parte degli Stati Uniti, secondo quanto riportato dall’emittente statale CCTV.

Parlando a una riunione dei ministri degli Esteri del sud-est asiatico a Phnom Penh, in Cambogia, Wang ha affermato che la Cina ha compiuto grandi sforzi diplomatici per evitare una crisi, ma non le permetterà mai di danneggiare i suoi interessi fondamentali.

I ministri degli Esteri avevano precedentemente avvertito in una dichiarazione che la volatilità causata dalle tensioni nello Stretto di Taiwan potrebbe portare a “calcoli errati, gravi conflitti, conflitti aperti e risultati imprevedibili tra le principali potenze”. leggi di più

“Compagno Pelosi”

Insolitamente, le esercitazioni in sei aree intorno a Taiwan sono state annunciate all’inizio di questa settimana con una mappa di localizzazione diffusa dall’agenzia di stampa ufficiale cinese Xinhua, che mostra la necessità che alcuni analisti e studiosi suonino davanti al pubblico nazionale e straniero. leggi di più

READ  La polizia danese afferma che più persone sono state uccise nella sparatoria al centro commerciale di Copenaghen

Giovedì, i primi otto elementi di tendenza sul servizio cinese Weibo simile a Twitter erano relativi a Taiwan, con la maggior parte dei quali esprimeva supporto per esercizi o rabbia nei confronti di Pelosi.

“Riuniamo la madrepatria”, hanno scritto diversi utenti.

A Pechino, giovedì, l’area intorno all’ambasciata americana era insolitamente ristretta, come è stato per tutta la settimana. Non ci sono state proteste significative o appelli al boicottaggio dei prodotti americani.

“Penso che (la visita di Pelosi) sia una buona cosa”, ha detto un uomo di nome Zhao nel quartiere centrale degli affari della capitale. “Ci dà l’opportunità di accerchiare Taiwan, e poi sfruttiamo questa opportunità per prendere Taiwan con la forza. Penso che dobbiamo ringraziare il compagno Pelosi”.

Pelosi, il visitatore statunitense di più alto profilo a Taiwan in 25 anni, ha elogiato la sua democrazia e ha promesso la solidarietà degli Stati Uniti durante la sua breve sosta, dicendo che la rabbia cinese non può impedire ai leader mondiali di recarsi lì.

La Cina ha convocato l’ambasciatore degli Stati Uniti a Pechino e ha sospeso molte importazioni agricole da Taiwan per protestare contro la sua visita.

“La nostra delegazione è venuta a Taiwan per chiarire senza mezzi termini che non abbandoneremo Taiwan”, ha detto Pelosi al presidente di Taiwan Tsai Ing-wen, che Pechino sospetta stia spingendo per l’indipendenza formale: una linea rossa per la Cina. leggi di più

“Ora, più che mai, la solidarietà dell’America con Taiwan è importante, ed è quello che stiamo portando qui oggi”.

I ministri degli Esteri degli Stati Uniti e del Gruppo dei Sette hanno messo in guardia la Cina dall’usare la visita di Pelosi come pretesto per un’azione militare contro Taiwan.

READ  La testimonianza continua nel processo civile tra Johnny Depp e Amber Heard

Il portavoce della sicurezza nazionale della Casa Bianca John Kirby ha affermato all’inizio della settimana che Pelosi aveva il diritto di visitare Taiwan, pur insistendo sul fatto che il viaggio non violava la sovranità cinese o la politica di lunga data della “Cina unica” degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti non intrattengono relazioni diplomatiche ufficiali con Taiwan, ma sono vincolati dalla legge statunitense a fornire i mezzi di autodifesa.

La Cina vede le visite dei funzionari statunitensi a Taiwan come un segnale rassicurante al campo pro-indipendenza dell’isola. Taiwan rifiuta la pretesa di sovranità della Cina, dicendo che solo il popolo taiwanese può decidere il futuro dell’isola.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Segnalazione di Yimou Lee; Segnalazione aggiuntiva di Tony Munro; Scritto da Raju Gopalakrishnan; Montaggio di Simon Cameron-Moore

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.