Usyk sconfigge Joshua per mantenere le cinture di boxe dei pesi massimi | Notizie sulla guerra tra Russia e Ucraina

L’ucraino Oleksandr Usyk ha sconfitto il britannico Anthony Joshua con una decisione a sorpresa a punti separati di mantenere le sue cinture di boxe mondiali dei pesi massimi WBA, WBO, IBF e IBO.

L’incontro di domenica a Jeddah, in Arabia Saudita, è stata la rivincita di un incontro a Londra a settembre in cui Usyk ha vinto una decisione unanime di togliere le cinture a Joshua, ma ha combattuto con più intensità ed emozione.

Mentre Joshua stava combattendo per il suo futuro nel pugilato, la pressione era più grande che mai poiché questa volta Usyk rappresentava un paese in lotta per la sua esistenza dopo l’invasione della Russia a febbraio.

Usic è apparso comodamente in vantaggio quando l’ultima campana ha suonato alla King Abdullah Sports City Arena. Ma il giudice americano ha assegnato il combattimento 115-113 a Joshua, mentre i giudici britannici e ucraini lo hanno segnato 115-113 e 116-112 per Usyk.

Oleksandr Usyk è in azione contro Anthony Joshua [Andrew Couldridge/ Action Images via Reuters]

Dopo aver sentito le parole trionfanti, “Ancora”, un emotivo Usyk alzò il braccio sinistro e si tirò la bandiera ucraina sul viso.

“Dedico questa vittoria al mio Paese, alla mia famiglia, alla mia squadra, a tutti i soldati che proteggono questo Paese”, ha detto il 35enne attraverso un traduttore. “Grazie mille.”

La vittoria di sabato ha portato la serie professionale di Usyk a 20 incontri senza sconfitte e Joshua, 32 anni, ha subito la terza sconfitta della sua carriera.

Joshua, che ha tenuto alta la bandiera ucraina con Usyk in quella che sembrava essere un’accettazione della sconfitta, ha avuto uno straordinario crollo dopo il combattimento, in seguito soprannominato “Rage at the Red Sea”.

Ha raccolto due cinture, lasciandole cadere mentre lasciava il ring ed è andato nello spogliatoio, quindi è tornato tra le corde per afferrare il microfono e rivolgersi alla folla.

READ  Serena Williams è uscita dal Cincinnati Masters dopo aver perso 6-4, 6-0 contro Emma Raduganu.

“Uzick è un combattente infernale. È solo emozione”, ha dichiarato.

“Per questo ragazzo che mi ha battuto stasera, forse avrei potuto fare di meglio, ma mostra la quantità di duro lavoro che ha svolto, quindi per favore dagli un applauso come il campione del mondo dei pesi massimi.

“Stavo studiando tutti i campioni dell’Ucraina e del tuo meraviglioso Paese. Non ci sono mai stato. Non so cosa sta succedendo lì, ma non va bene… in quella situazione è riuscito a diventare il campione.

    Anthony Joshua è in azione contro Oleksandr Usyk
Anthony Joshua è in azione contro Oleksandr Usyk [Andrew Couldridge/ Action Images via Reuters]

Dopo un estenuante campo di addestramento di cinque mesi, Usyk è entrato nell’arena vestito di blu e giallo con le parole “colori della libertà” ed è stato sostenuto dalle parole di incoraggiamento del presidente ucraino Volodymyr Zelensky alla nazione in un discorso video a tarda notte.

“Ci siamo dentro insieme”, ha detto il presidente. “Ci aiutiamo a vicenda. Ripristiniamo ciò che è stato distrutto. Combattiamo per tutte le persone. Siamo felici per coloro che rappresentano l’Ucraina oggi e, naturalmente, per Uzy, il nostro ragazzo!”

Il round di apertura è stato incerto, con l’angolo di Joshua che lo invitava a regolare il suo ritmo, e Usyk ha continuato a muoversi, usando il suo jab e i suoi colpi al corpo con buoni risultati.

Il nono round ha aumentato notevolmente il ritmo, con Joshua che si è goduto il suo miglior round prima che Usyk tornasse duro nel decimo.

Avendo bisogno di un knockout e a corto di tempo, l’alto e pesante Joshua non poteva sferrare i colpi rivelatori contro un avversario agile e sfuggente.

Nell’ultima ora, i due si sono abbracciati mentre l’ucraino è caduto in ginocchio.

READ  Apple avverte di un difetto di sicurezza per iPhone, iPad e Mac

Usyk ha detto che la lotta è stata storica.

“Molte generazioni guarderanno questo combattimento, specialmente il round quando qualcuno ha cercato di colpirmi duramente. Ma mi sono alzato e l’ho girato”, ha detto.

La vittoria è valsa anche a Usyk la cintura di Ring Magazine.

C’è solo un titolo dei pesi massimi che Usyk non possiede: il WBC sta per essere lasciato libero da Tyson Fury, che dice di essersi ritirato.

Alla domanda su Fury, Usyk ha detto: “Sono sicuro che Tyson Fury non sia ancora in pensione. Sono sicuro che Tyson Fury voglia combattermi. Se non combatto contro Tyson Fury, non combatto affatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.